Realizzare l'illuminazione per esterni

Il percorso dell’illuminazione esterna

La bellezza del proprio impianto non è legata solo al modello che si andrà ad installare ma anche a come verrà realizzato. E’ bene segnare preventivamente su una planimetria i punti nei quali andranno installati i paletti, visualizzando nella mente l’effetto generale. Una volta disegnato su carta, si potrà procedere a uno scavo che parta dal collegamento alla rete domestica e che si dirami per tutta l’area da illuminare. La profondità ideale dello scavo è di venticinque centimetri. In questo modo i tubi che contengono al loro interno i fili elettrici non subiranno gli effetti del gelo. Prima di rinterrare, è consigliabile coprire l’intera lunghezza della tubazione con della ghiaia. Così facendo, se in futuro si dovesse rendere necessario fare dei nuovi scavi, la ghiaia segnalerà la presenza dei cavi di corrente evitando così di romperli accidentalmente. Lungo il percorso è bene inserire dei pozzetti di ispezione in plastica almeno ogni venti metri, in modo da rendere il più agevole possibile eventuali operazioni di manutenzioni future.
Illuminazione da giardino

Outdoor Security Solar Light, Mpow 24 LED Solar Powered Light, Wireless Waterproof Security Motion Sensor Light for Patio, Deck, Yard, Garden, Driveway, Outside Wall with 3 Modes Motion Activated, Wide Angle Sensor

Prezzo: in offerta su Amazon a: 86,27€


L’installazione delle luminarie

Luci da giardinoPer realizzare l'illuminazione per esterni, una volta fatto lo scavo, in corrispondenza di ogni punto luce, è necessario fare un piccolo basamento di cemento sul quale andrà ad essere montato il palo illuminante. Le dimensioni della piattaforma non dovranno essere troppo più grandi della base del paletto, un centimetro o due per lato, non di più. Con dei listelli di legno, realizzare un piccolo cassero che darà forma al basamento, all'interno del quale bisogna far colare la malta. E’ importante prevedere nel centro uno spazio vuoto, in modo da permettere il collegamento elettrico della luminaria alla rete. Dopo circa un giorno, il cemento sarà perfettamente solidificato. Posizionarlo dunque in corrispondenza del punto luce designato. A questo punto è possibile tirare i cavi elettrici con l’utilizzo di una sonda dall'inizio dell’impianto in ognuno dei punti luce previsti. Collegare ogni singolo paletto al filo di corrente, dopodiché fissarlo sul basamento utilizzando un trapano e un avvitatore.

  • Alcune note Nella larga maggioranza dei casi, tutti i discorsi che ruotano intorno al concetto di illuminazione vanno a finire nel calderone di tutto quanto è più o meno strettamente connesso al concetto di illum...
  • Lampadine La tecnologia ad uso domestico più sviluppata oggi è quella a "led", cioè lampade che utilizzano diodi in grado di emettere luce attraverso l'energia elettrica. Nonostante siano abbastanza lente a rag...
  • Lampada bianca e nera Per scegliere tra i modelli di lampadine, vanno considerati alcuni fattori: il consumo, l'efficienza luminosa, la tonalità, il tipo di attacco e la durata. Il consumo energetico di una lampadina, misu...
  • lampade giardino L’illuminazione del giardino è importante allo stesso modo della cura e l'arredamento dello spazio esterno. Per fare luce in questo luogo, bisogna progettare un sistema di illuminazione efficace e ins...

Luci Solari Holan 12 LED Lampada Wireless ad Energia Solare da Esterno Impermeabile con Sensore di Movimento per Muro, Giardino, Terrazzino, Cortile, Casa, Corraio ecc

Prezzo: in offerta su Amazon a: 13,99€
(Risparmi 13€)


Realizzare l'illuminazione per esterni: La scelta delle lampadine

Giardino illuminato n un’epoca in cui il risparmio energetico sta diventando sempre più un sentimento comune, per realizzare l'illuminazione per esterni è sicuramente consigliato optare per lampadine a basso consumo. L’impianto, per avere una funzione anche nella difesa della propria abitazione dai ladri, deve rimanere acceso per tutta la notte e, utilizzando le lampadine classiche o addirittura quelle alogene, la bolletta elettrica avrebbe un’impennata difficile da sostenere. Una lampadina a basso consumo da 8 W è in grado di illuminare sufficientemente l’area a sé circostante. Anche le lampade a Led, leggermente più costose ma con una durata nel tempo maggiore, sono indicate nell'illuminazione per esterni. La scelta tra luce calda, tendente quindi al giallo, o luce fredda e bianca, è lasciata al gusto di ognuno, e all'impatto che essa visivamente ha sull'area da illuminare. Infine, proprio per contenere al massimo i consumi elettrici, è bene collegare l’impianto a un timer, in modo da impostare preventivamente gli orari di accensione e spegnimento delle luci.



COMMENTI SULL' ARTICOLO