quando fare la concimazione del prato

La concimazione del prato

Il prato, necessita di continui interventi di innaffiatura, concimazione e potatura, operazioni appartenenti alla categoria della manutenzione. La concimazione, in particolare, è un’operazione di grande importanza, poiché, assicura la fertilizzazione del terreno, che tende naturalmente ad impoverirsi e a perdere le sue sostanze nutritive di cui è necessaria la costante integrazione. Rispetto alle piante, il prato necessita di maggiori interventi di concimazione, a causa delle rasature e degli interventi chimici che lo indeboliscono. Il prato, è estremamente delicato, per diverse motivazioni che si legano alle cure ad esso relative. Operazioni come la potatura e la disinfestazione chimica, sono necessarie per eliminare funghi, parassiti e batteri, che potrebbero compromettere il manto erboso fino alle radici. Questi interventi, inoltre, non possono essere effettuati solo in condizioni di urgenza, (in presenza di una specifica patologia), ma anche in forma preventiva; da qui, la concimazione, assume un’importanza notevole.
fertilizzare il prato

SAFLAX - Set per la coltivazione - Lavanda - 150 semi - Lavandula angustifolia

Prezzo: in offerta su Amazon a: 9,75€


Come concimare e quando

fertilizzante La concimazione va eseguita nel rispetto del ciclo vegetativo del prato: l’operazione segue dunque un ritmo e delle stagioni precise. Anche il concime, va scelto in relazione alla tipologia di prato e alle carenze dello stesso. Solitamente prima di eseguire l’operazione della concimazione, si eseguono una serie di test, che consentono di misurare il livello dei Sali minerali, presenti nel terreno. L’azoto è l’elemento più importante, in quanto consente lo sviluppo della “nuova vegetazione”, favorendone la crescita. In primavera, in particolare, questo elemento, diventa fondamentale per il terreno. Durante la stagione estiva invece, la calura eccessiva porta ad una costante perdita di potassio, minerale necessario al mantenimento delle piante. Il potassio consentirà alle piante di conservare il verde intenso delle foglie ormai cresciute e far sbocciare tutti i fiori. In autunno invece, In vista dei primi freddi, il terreno andrà supportato con una serie di interventi di concimazione, a base di fosforo, potassio e azoto.

    Top-Longer Lampada Faretto LED per Piante 24W, Coltiva le Luci E27 Growing Bulbs per Giardino / Serra Idroponica Spettro Interno Growing Lamps per Coltivare piante

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 26,99€
    (Risparmi 30,13€)


    quando fare la concimazione del prato: Potassio azoto e fosforo

    fertilizzante Potassio, fosforo e azoto, sono i minerali fondamentali per un corretto sviluppo delle piante. Dalla fase della semina, fino al loro stesso mantenimento. Oltre a questi, si utilizzano molti altri microelementi, come il magnesio, il calcio, il ferro, che nutrono il terreno in profondità, rendendolo costantemente fertile. La concimazione non va effettuata nella stagione invernale, ma per tutto il resto dell’anno, e varia dunque in base alla tipologia di prato, di terreno, di piante e di clima, soprattutto. Il concime può essere solido e liquido. Il primo è a rilascio lento e graduale ed è molto più efficace, mentre il secondo è a rilascio rapido e semrve per gli interventi urgenti.


    Guarda il Video

    COMMENTI SULL' ARTICOLO