Malattie del prato più frequenti

Malattie del prato

Il prato, cosi come le piante, necessita costantemente di cure: il manto erboso, infatti, è particolarmente incline a diverse patologie, che potrebbero comprometterne la crescita. Le patologie del prato, sono per la maggior parte di origine fungina: si manifestano con macchie scure, bianche o giallastre, con chiazze vuote, con alterazioni della crescita, marciume. Il marciume Rosa, è una patologia del manto erboso, causata da un repentino abbassamento delle temperature; si manifesta principalmente in inverno, quando si forma sul prato uno strato di ghiaccio, o una coltre nevosa. Quando la neve ed il ghiaccio si sciolgono, il prato presenta delle macchie biancastre, che tendono a scomparire da sole, a seguito dell’innalzamento delle temperature. Il marciume rosa, è una patologia tipica delle zone fredde. Il marciume fogliare invece, è una patologia fungine, che si sviluppa a causa del clima umido e dell’eccessiva presenza di azoto nel terreno. Queste due componenti, determinano il marciume radicale che si estende fino al colletto del prato, provocandone il collasso. In questo particolare caso, il terreno va vangato, eliminando tutte le tracce del prato vecchio, per effettuare dopo un lavoro di ripresa, una nuova semina.
macchia del prato

SHINE HAI SK5 Cesoie Ergonomiche per Potatura da Giardino in Acciaio-Lame Affilate perfette per tagliare Cespugli, Arbusti & Siepi

Prezzo: in offerta su Amazon a: 11,99€
(Risparmi 19,2€)


Patologie prato

macchie gialle La macchia bruna, è una patologia, che per alcuni aspetti assomiglia al marciume rosa: questa però si sviluppa a causa del clima caldo e umido. La patologia si manifesta con macchie scure di forma circolare, che compaiono su tutto il prato. Può essere curata con prodotti antifungini se scoperta in tempo. La macchia gialla, invece, è una patologia causata dal clima freddo e umido insieme, che si manifesta con macchie gialle. Il prato si ammala, e può guarire solo se trattato con antifungini quando la temperatura sale, diventando più mite. Il filo rosso, è un’altra patologia del prato causata dalla mancanza totale di azoto nel terreno: come per le piante, l’equilibrio stabilito dalla natura, favorisce il corretto sviluppo e mantenimento delle piante e del prato. Quando si manifesta un’alterazione, si verifica uno scompenso anche per il terreno, e di conseguenza per le piante e il prato.

    B Cuzz Hydro Booster Pack - Atami - Crescita e Fioritura

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 24,4€


    Malattie del prato più frequenti: Prevenzione malattie prato

    prato malato La prevenzione, è la cura migliore: il prato va tagliato una volta al mese circa, poiché i fili d’erba alti, favoriscono l’attacco di una o più patologie fungine. In particolare durante il periodo della stagione vegetativa, e prima dell’inverno, il prato va curato e trattato con antifungini ad ampio raggio, che creino uno strato protettivo. E’ molto importante controllare la percentuale di azoto nel prato, poiché essa costituisce uno dei problemi fondamentali per la salute del prato. Il prato va inoltre concimato, ma prestando attenzione alla tipologia di concime: l’azoto va controllato e aggiunto nel caso in cui scarseggi, mentre il fosforo, a dosi lente, favorisce il rafforzamento delle radici.


    Guarda il Video

    COMMENTI SULL' ARTICOLO