Balcone fiorito

Rampicanti e sospese per rivestire ringhiere e pareti

Per gli spazi molto piccoli, spesso pensiamo di giocare verso l'alto, sulle pareti e sugli accessori da apporre sulla ringhiera. Nel caso delle bellissime rose o clematis rampicanti, tenete in mente alcuni consigli di manutenzione regolare per non invadere il vicinato. Le reti serviranno come supporto per le piante o per il camuffamento delle pareti danneggiate, di colore scuro o bocche di ventilazione indiscrete. La scelta dei materiali bianchi e di fiori chiari come il gelsomino o l'ortensia alleggerirà il campo visivo. Considerate che alcuni rampicanti come il caprifoglio sarano piantati nel vaso e che quindi occupereranno una superficie per terra. Altra possibilità è di attacare sulla ringhiera petunie per dare un tocco di colore o, verso l'interno, edera sospesa in ceste o vasi leggeri per evidenziare e illuminare gli altri fiori del balcone.
Clematis rampicante su pergolato di ferro

Balcone 506709 Cassetta per fiori, 100 cm, colore: Antracite

Prezzo: in offerta su Amazon a: 13,09€


Vasi e contenitori, decoro di colori e materiali

Vaso decorativo in ceramica ideale per i fiori che non richiedono troppa umidità Sebbene i fioristi offrono più oggetti attrattivi in plastica, si potrebbe finire con un balcone decorato di un solo materiale. In più, mantenendo alta l'umidità, i contenitori di plastica non sono adatti per tutte le piante. Lasciatevi sedurre dalla pietra, dalla ceramica o dal vimini. I colori neutri dei cesti si fondono perfettamente con gli arbusti a fiori o i gerani. La pietra ospiterà la lavanda per la sua resistenza alla siccità. Vasi in ceramica alti accoglieranno fiori di stagione, come i giacinti ai piedi degli arbusti. Detto questo, si considera inoltre che un vaso di ceramica troppo pesante non si sposta facilmente da un balcone fiorito. O, se si vive in un palazzo senza ascensore, pianificate i vostri contenitori di conseguenza e poi, giocate sui vasi decorativi e mantenete i vostri fiori in base alle loro esigenze di umidità.

    Balcone 506707 Cassetta per fiori 50 cm colore: Antracite

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 8,95€


    Un balcone fiorito grazie ai bulbi e piante in vasi

    Bulbi di Giacinti e crocus bulbi in schiusa Sul vostro balcone, le piante avranno più bisogno di acqua che quando sono piantate in terra. Si consiglia di annaffiarle più spesso. La maggior parte dei bulbi sono facili da piantare. Nel caso dei crocus, narcisi e delle fresie, bisogna interrarli in autunno. La loro schiusa inizierà nel tardo inverno, per poi fiorire tra marzo e maggio. Si consiglia di non piantare tutti i bulbi in un unica volta, ma di estendere la piantagione in diverse settimane, questo per ottenere un balcone fiorito da marzo fino a ottobre. Ai bulbi piace il terriccio misto e non richiedono manutenzione specifica quando sono piantati in contenitori. Fucsia, gigli o geranio in vaso sono disponibili tutto l'anno. Già in fiore, bisognerà prendersi cura di loro per farli durare e, nel caso di piante perenni, rigermogliare l'anno dopo.


    Balcone fiorito: Decoro permanente creando atmosfere diverse

    Matrimonio bicolore di bianco e verde, tra edera e gigli per un'atmosfera relax Miscelate o sparse, un matrimonio riuscito di colori diversi metterà tutti i fiori del vostro balcone in evidenza. Perché non abbinare i vostri fiori a piante verdi o arbusti verdeggianti? Nel caso di balconi ombreggiati o in zone umide, le felci sposano perfettamente le sfumature blu di giacinti o della viola. Il ficus a grandi foglie sedurrà la delicata valeriana. Il bamboo, la conifera tagliata, il bonsai o il cactus creeranno ambienti esotici che vanno dal Giappone all'America Latina. In serata, lanterne per scenario boschivo o lampade con piccolo impianto di pannelli solari in fioriere, vi daranno luci da atmosfera mentre permettono di evidenziare le vostre piante. Applique da parete e luce calda assicurano una serata d'estate dedicata alla lettura. Allungate il vostro arredamento permanente tutto l'anno e, perché no, di giorno o di notte!



    COMMENTI SULL' ARTICOLO