Il radiatore

La manutenzione ordinaria del radiatore

La manutenzione più importante e più frequente da fare è senza dubbio il controllo del livello dell'acqua. Si utilizza acqua il più possibile pura e povera di calcare allo scopo di limitare le incrostazioni: nei radiatori di alluminio è ottima l'acqua osmotizzata o demineralizzata, mentre è meno indicata l'acqua distillata in quanto più aggressiva nei confronti del metallo.

All'acqua si unisce l'antigelo, seguendo le proporzioni indicate nella confezione del liquido acquistato (la percentuale d'acqua è sempre molto superiore).

Il rabbocco si effettua a freddo introducendo il liquido nel serbatoio del radiatore (sarebbe molto pericoloso svitare il tappo con il motore caldo: si può incorrere in gravi ustioni in quanto la pressione accumulata spingerebbe l'acqua bollente attraverso il tappo).

In esso sono indicati il livello minimo e quello massimo: la quantità deve rientrare entro questi due valori.

Radiatore auto

Protettivo radiatori 4,5L, antigelo, antiebollizione, anticalcare, protegge il radiatore

Prezzo: in offerta su Amazon a: 15,08€


La pulizia esterna del radiatore

Durante l'estate, l'aumento della temperatura e degli insetti possono costituire un serio problema per l'efficienza dell'auto. A questo proposito risulta molto importante la pulizia esterna del radiatore.

La griglia e la ventola possono accumulare nel tempo sporcizia e detriti, che compromettono il buon funzionamento del sistema di raffreddamento. L'operazione è in realtà molto semplice: mediante un compressore o una bomboletta d'aria compressa è sufficiente soffiare via lo sporco presente nell'impianto. Non è necessaria una pressione eccessiva dell'aria, che anzi può provocare dei danni.

Effettuato questo passaggio è possibile lavare esternamente le parti a vista con un tubo dell'acqua, che aiuterà a rimuovere eventuali residui di sporcizia. Anche in questo caso è inutile è dannoso operare con una getto troppo violento: è opportuno mantenere una pressione dell'acqua moderata in modo da evitare qualsiasi problema.

  • automobile La pratica del fai da te, è assolutamente utile a migliorare la propria conoscenza personale in merito ad alcuni settori specifici, oltre che volta al risparmio economico. Gli oggetti, sono sottoposti...
  • gomma neve Il funzionamento delle gomme da neve è più o meno sempre lo stesso indipendentemente dal modello che si sceglie di montare sul proprio veicolo. Ci sono però dei tipi di gomme o dei modelli che possono...
  • collaudo Cosa controllare per il collaudo della propria auto è la domanda che si pongono tantissimi automobilisti prima di portare la vettura nei centri previsti per la verifica imposta dalla legge. Questo per...
  • Cinghia di distribuzione in ottimo stato Prima di procedere con la descrizione delle fasi di sostituzione della cinghia di distribuzione, è bene capire quali sono gli usi di questo organo e cosa accade se si danneggia. La cinghia di distribu...

Arexons 3571 Turafalle Liquido per Radiatori

Prezzo: in offerta su Amazon a: 13,98€


La pulizia interna del radiatore

Sostituzione radiatore Se necessario, si può pulire il radiatore anche internamente prendendo tutte le precauzioni del caso.

In primo luogo, occorre svuotare completamente il serbatoio aprendo la valvola inferiore.

Una volta richiuso, introdurremo nell'impianto una soluzione di acqua e di un solvente: in commercio esistono liquidi disincrostanti prodotti appositamente per questo impiego, ma si possono utilizzare soluzioni più "caserecce" che prevedono l'uso di acido citrico o aceto mescolati all'acqua.

Solitamente si utilizza un litro d'aceto unito all'acqua necessaria per riempire l'impianto.

A questo punto accendiamo l'auto, mantenendo il minimo per un tempo intorno ai quindici-venti minuti. In questo modo, il liquido entrerà in pieno circolo, sciogliendo e disincrostando le particelle e i sedimenti che causano un inefficiente raffreddamento.

Lasciando raffreddare l'auto per un tempo sufficiente, svuotiamo il sistema dal liquido di pulizia e operiamo un semplice risciacquo per rimuovere a fondo la componente acida che abbiamo utilizzato. Il lavoro di pulizia interna può dirsi ora concluso, e possiamo ripristinare il liquido del sistema di raffreddamento al livello ottimale.

Seguendo queste semplici linee guida rintracciabili in ogni articolo della serie Fai da te - Cura Automobile, è veramente facile imparare ed eseguire passo passo ogni lavoro di manutenzione dell'auto.


Il radiatore: La sostituzione del radiatore

Un'altra operazione che è possibile effetture è la sostituzione del radiatore. Si tratta di una procedura apparentemente complessa: non bisogna spaventarsi però alla vista di tubi e collettori, il risparmio che può derivare da questa operazione in totale autonomia è molto ingente ed il risultato molto appagante! Sostituire un componente così delicato e costoso metterà alla prova la nostra pazienza e il nostro ingegno, ma lo sforzo sarà ampiamente ripagato.

Operando a freddo, occorre svuotare completamente l'impianto, rimuovendo i tappi e scollegando i tubi (superiore, inferiore e di ritorno). Per rimuoverlo è poi necessario individuare i punti d'attacco e svitare i meccanismi di bloccaggio.

Una volta estratto si può procedere con la sostituzione, semplicemente fissando il nuovo blocco nella posizione precedente e collegandolo ai tubi precedentemente rimossi.



COMMENTI SULL' ARTICOLO