Utilizzo avvitatore elettrico

L' utilizzo dell' avvitatore elettrico

L' utilizzo dell' avvitatore elettrico è diventato molto comune. Sono finiti i tempi durante i quali avvitare a mano era una tortura. Ora farsi male è più difficile. In commercio esistono diversi tipi di avvitatore elettrico. Sia alimentati a corrente alternata che continua (a batteria). Saper scegliere quello che fa al nostro caso potrebbe portarci a risparmiare un bel po' di soldi. Così come non acquistarne uno scadente risulta un investimento. Ci sono marche famose ed altre meno. Oltre che sulle caratteristiche bisogna soffermarsi sulla qualità costruttiva. Avere un utensile potentissimo, ma che si rompe a pezzi non è una grande idea. L' obiettivo è saper scegliere il miglior rapporto qualità prezzo. Spendendo giusto il necessario. Senza eccedere (come sempre conviene).
avvitatore elettrico

EBERTH Set 17 pezzi 1/2" Avvitatore ad aria compressa con 576 Nm di coppia

Prezzo: in offerta su Amazon a: 69,9€


Gli attrezzi necessari

utilizzo avvitatore elettrico Per utilizzare al meglio l' elettroutensile, occorrono degli attrezzi. Gli inserti sono le cosiddette "punte di giravite". Se non ci sono l' avvitatore non può funzionare. Si acquistano in comode valigette. I kit sono vari. Ci sono a volte anche gli inserti a brugola. Più ne abbiamo e più viti possiamo svitare. Vanno collocati nella testa dell' elettroutensile. Proprio come se fossero delle punte. Se il mandrino è avvitabile conviene montare un porta inserti. Altrimenti dovremmo montare e smontarli ogni volta. Alla lunga diventerebbe di certo una seccatura. Inoltre, la lunghezza varia. Più sono lunghi gli inserti e meno sforzo farà l' avvitatore, a causa del principio di leva. Dopo vari utilizzi gli inserti potrebbero usurarsi. Prima di procedere alla sostituzione, passare un po' di carta vetrata.

    Batteria per bosch 9,6V / 3.0 Ah / Ni-Mh / rif Batteria 2607335707 , 2607335272 , 2607335260 , BAT0408 BAT100 , BAT119 - MP EXTRA®

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 38€


    Alcuni attrezzi elettrici

    avvitatore elettrico Necessari allo stesso modo degli inserti sono alcuni accessori elettrici. La prolunga, una spina americana e una livella laser. Potremmo chiamarlo "Il kit del buon bricoleur", di certo sono strumenti necessari. La prolunga deve essere di almeno 5 metri se lavoriamo in interno. La lunghezza deve superare i 10 metri se invece bisogna lavorare in esterno. Per quanto riguarda la spina americana, esistono molti adattatori in commercio. Portarne sempre una con se è la scelta giusta. Altrimenti si rischia di non poter lavorare. Non meno importante è la livella laser, per lavorare con la massima precisione. E' uno degli oggetti più ambiti in assoluto, poiché con un solo click, il laser contenuto traccia una linea perfettamente dritta sulla quale lavorare (anche in condizioni proibitive).


    Utilizzo avvitatore elettrico: Lavorare in sicurezza

    avvitatore elettrico L' utilizzo dell' avvitatore elettrico deve essere subordinato ad alcune norme fondamentali per la sicurezza. L' utilizzatore deve necessariamente indossare dei guanti protettivi. Ne esistono di specifici in gomma. Basta andare in un negozio di bricolage come Leroy Merlin, Castorama o Bricofer. L' impugnatura dell' elettroutensile deve essere salda e magnetica. Bisogna cioè evitare di farlo slittare dalla testa della vite. Non posizionare mai la mano libera nelle immediate vicinanze della punta. Non cercare di avvitare con due mani. Per spingere occorre farlo con il corpo. A partire dai piedi e le ginocchia. Se l' avvitamento risulta difficoltoso, si può utilizzare un cilindro per guidare la vite (non costruirlo da soli). Utilizzare sempre l' inserto giusto.


    Guarda il Video

    COMMENTI SULL' ARTICOLO