Caratteristiche mobili classici

I mobili d'antiquariato

I mobili d'epoca originali, sono di solito pezzi considerati d'antiquariato, sono pregiati e di grande valore, proporzionato ovviamente all'epoca e al tipo di fattura. Un pezzo di antiquariato deve avere tutte le caratteristiche dell'epoca a cui si riferisce. Sono provvisti di certificazione da cui si ricava provenienza, stile, eventuali restauri. Nel caso di mobili di grande valore, essi sono accompagnati da una perizia convalidata dal tribunale. Difficile trovare pezzi del tutto integri, di solito sono già restaurati. Si può con un po' di accortezza individuare i restauri subiti: spesso le guide consumate dei cassettoni sono semplicemente rivoltate; se è l'impiallacciatura ad essere stata riparata si può capire da lievi differenze di colore o di venatura, oppure dallo spessore: infatti quelle originali erano piuttosto spesse da 2 mm finanche al cm, le attuali sono sottili alcuni decimi di mm. In ogni caso ci si deve affidare a gente esperta e di fiducia.
Tavolo Luigi XV

DaMonicv Mobili classici maniglia sportello armadio maniglia del cassetto maniglia di presa sul metallo Windows 7020,Bronzo rosso

Prezzo: in offerta su Amazon a: 19,25€


I mobili in stile

Cassettone in stile Luigi Filippo I mobili classici in stile sono ispirati agli stili che hanno fatto la storia del mobile europeo: il Barocco, lo stile neoclassico che comprende il Luigi XVI, l'Impero, il Luigi Filippo; oppure il Coloniale inglese, il Liberty, solo per citarne alcuni. Ripropongono le caratteristiche principali dello stile a cui si ispirano: un cassettone Luigi Filippo ha gli spigoli arrotondati, i cassetti stondati, il primo cassetto svasato e i piedi torniti a cipolla. È realizzato in legno scuro in noce, o in mogano, o in piuma di mogano. Sono mobili di alto artigianato che rispettano sia la costruzione tecnica dell'epoca, sia il tipo di verniciatura. Sono imitazioni, che nel caso riproducano esattamente un determinato mobile, diventano copie di valore. In questo campo c'è stata, e c'è tuttora, una grande produzione. Piccoli artigiani che mantengono viva la conoscenza, ma anche grandi marchi che dedicano al mobile in stile una linea di produzione.

  • lampadari di design I lampadari a sospensione vengono chiamati così per via della loro struttura: tramite cavi, di ottima resistenza, pendono dal soffitto e restano sospesi all'interno della stanza. Esistono numerosi mod...

DaMonicv Mobili classici maniglia sportello armadio maniglia del cassetto maniglia di presa sul metallo Windows 7020,Cheong Wa bronzo

Prezzo: in offerta su Amazon a: 19,18€


Verniciatura dei mobili in stile

Verniciatura a stoppino Nella produzione di mobili in stile, o nel restauro di mobili d'antiquariato molta attenzione viene data alla verniciatura. Se sono satinati sono verniciati a cera, se lucidati a specchio, sono verniciati a stoppino. Prima di tutto il legno viene tinto con "mordenti" e aniline sciolti nell'acqua, poi verniciato. La verniciatura a stoppino conferisce lucidità a specchio al mobile. È un tipo di verniciatura difficile da realizzare, se non si è esperti si rischia di "bruciare" la vernice e rovinare il mobile. Viene effettuata con gommalacca sciolta nell'alcol, con l'utilizzo dello stoppino che è costituito da batuffoli di bambagia avvolti in tre pezze, una interna di lana e due di cotone. La bambagia viene imbevuta nella vernice, avvolta nelle pezze, passata delicatamente e velocemente sul mobile. Per ottenere l'effetto lucido servono molti passaggi; tra l'uno e l'altro devono passare molte ore. Per verniciare un mobile servono molti giorni. La verniciatura a cera prevede una base di gommalacca data a pennello in mani successive. Su questo fondo viene passata la cera mescolata con trementina e lucidata vigorosamente con panni di lana.


Caratteristiche mobili classici: Caratteristiche dei mobili classici

Cucina classica Terzo grande gruppo è quello dei mobili che non si possono identificare in stili storici precisi, ma sono universalmente riconosciuti come classici per le loro caratteristiche. Prima di tutto il materiale: legno massello o impiallacciature di pregio. In secondo luogo le linee: sobrie, eleganti, proporzionate. Infine le tecniche di costruzione. È l'insieme dei mobili in legno prodotti da decenni dagli artigiani ispirandosi alla tradizione e in parte reinterpretandola. Sono mobili di fattura pregiata, di un certo valore. È il caso delle cucine componibili, un tipo di arredo relativamente recente, ma in stile classico per materiale (in noce, rovere, ciliegio massello), colori e fattura. Classiche sono le ante a cornice con pannelli interni bugnati o sagomati, costruite con incastri a tenone e mortasa. Classici i cassetti a coda di rondine e la simmetria delle forme. Stesso discorso si può fare per armadioni, cabine armadio o mobili del bagno. Quando si parla di linea classica, per questa tipologia di arredi relativamente recenti, si intende proprio questo essere in linea con la tradizione.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO