Come mantenere i balconi fioriti

Le migliori piante per il balcone

Per riuscire ad ottenere un bel balcone fiorito per quasi tutta la durata dell'anno dobbiamo scegliere le piante giuste. Non tutte le specie infatti sono adatte allo stesso habitat, talune richiedono pieno sole, altre ombra, alcune preferiscono l'esterno, altre l'interno, certe le dobbiamo mettere nel vaso mentre altre direttamente nella terra. Se non siamo dotati del pollice verde e vogliamo impegnarci nel giardinaggio però i mezzi non ci mancano assolutamente, un tempo si tramandavano da una generazione all'altra. Inoltre ci sono piante molto robuste, che facilmente si adattano agli sbalzi climatici. Il balcone fiorito dà un tocco di eleganza alla casa. Le piante migliori sono quelle per esterni, inutile provare con quelle indicate per interni, anche se il balcone è in una posizione dove non ci sono correnti di aria.
balcone1

PIANTE GRASSE VERE RARE 20 PIANTE 5,5 VASO COLTIVAZIONE

Prezzo: in offerta su Amazon a: 23€


Alcune delle piante per i balconi

balcone2 Generalmente le piante da esterno sono fiorite, certe stanno bene sia all'interno che all'esterno come: la violetta africana, l'ibisco e la begonia. Non sono molto grandi, hanno bisogno di sole, ma non diretto, stanno bene in un ambiente umido ed in un terriccio unito a torba. Si devono innaffiare due o tre volte al giorno. Non richiedono molta cura, concime adatto a primavera unito a sarchiatura del terreno e la fioritura è assicurata. Anche i gerani, sia quelli di tipo eretto che la qualità a cascata, danno un'ottima fioritura che dura a lungo. La varietà dei loro colori è meravigliosa. L'ibisco è una pianta forte, di origine africana, necessita di calore e di protezione dagli insetti. Un'altra pianta da interno ed esterno è la begonia, molto resistente, esige calore, luminosità e umidità medi. Anche le sue foglie sono molto decorative, inoltre vantano una grande qualità di colori che arricchiscono di gioia il nostro balcone.

  • Coleotteri I coleotteri, sono insetti, appartenenti al genere dei parassiti: ne esistono circa trecentocinquantamila specie diverse, a loro volta rappruggate in più di centocinquanta famiglie, di cui venti sono ...
  • afidi piante Le piante, in qualità di esseri viventi, seguono un ciclo vitale ben preciso, che interessa diverse fasi, che sono: nascita, crescita, riproduzione, invecchiamento e morte. A modificare l'andamento bi...
  • Malattie piante grasse Le piante grasse, anche apostrofate come succulente, si differenziano dalle altre tipologie di piante, per una serie di caratteristiche peculiari. Le piante grasse, crescono in ambienti desertici, dov...
  • piante grasse Rigogliose, spinose, voluminose, piccole, fiorite: le succulente sono piante particolarissime, che assumono forme e dimensioni diverse, che affasciano per il loro essere meravigliose specie della fami...

Hozelock 2811 3920 - Vasca mini orto con riserva d'acqua, colore: Antracite

Prezzo: in offerta su Amazon a: 40,95€


Le fioriere adatte ai balconi

fiorieraAnche le fioriere devono essere appropriate, se vogliamo ottenere e cerchiamo il modo di imparare come ottenere i balconi fioriti. In commercio ne troviamo di rustiche o eleganti, realizzate con materiale che non subisce alcun tipo di deformazione ad esempio quelle in vetroresina che si adattano bene ad ogni tipo di variazione climatica. Il loro peso inoltre non deve essere eccessivo, in quanto sono esposte all'esterno del balcone. Esistono delle bellissime fioriere in ferro battuto o in legno, adatte ad arredare elegantemente anche l'esterno con raffinatezza e stile. Importante è fissarle bene al balcone, onde evitare che una folata di vento le scagli al di sotto. Proteggiamo le piantine dal vento, ponendo le fioriere sul pavimento del balcone, in caso di cattivo tempo. Cerchiamo inoltre di adattare le fioriere al tipo di fiore contenuto ed allo stile della casa.


Come mantenere i balconi fioriti

Non è molto difficile imparare come mantenere i balconi fioriti. Dopo avere preso le piantine giuste, facendoci consigliare da persone esperte, se necessario, a casa le invasiamo nelle fioriere ne troppo vicine ne lontane. Lasciamo della terra alla base e dal lato opposto al balcone in modo che l'eventutale cascata di fiori, ad esempio nel caso dei gerani, sia sostenuta. Ricopriamo con la terra le radici, per fare rampicare i rametti mettiamo dei paletti verticalmente. Innaffiamo secondo il tipo di pianta, sentendo prima con un dito lo stato del terreno. Non si devono bagnare i fiori ed è meglio mettere del concime liquido, ogni dieci giorni. Togliamo le foglie ed i fiori quando sono secchi, per permettere una nuova fioritura. Attenzione agli sbalzi climatici ed al vento.



Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO