Sistemi di allarme

Importanza dei sistemi di allarme

Siamo nel periodo dell'anno in cui si parte per le vacanze e i ladri sono pronti all'angolo per approfittarne. Per fare in modo di non trovare spiacevoli sorprese al vostro ritorno, occorre provvedere proteggendo la propria casa con adeguati sistemi d'allarme. Come prima cosa è consigliabile installare sistemi di protezione passiva, ovvero porte blindate, finestre rinforzate e sbarre per gli infissi, soprattutto se si vive sul piano terra o in abitazioni isolate. Bisogna poi passare a sistemi di protezione attiva, cioè gli allarmi antintrusione che si servono di congegni elettronici in grado di rilevare la presenza di intrusi nella propria casa. Esistono sul mercato impianti di vario genere e per questo è bene fare un'accurata analisi di quale potrebbe essere il sistema più adeguato alla vostra abitazione. Il parere di un esperto è sempre consigliabile in vista di un acquisto importante che potrebbe essere economicamente impegnativo.
sistema d'allarme

Batteria Ermetica Ricaricabile al Piombo 12V Volt 7Ah ideale per gruppi di continuità UPS Peg Perego sistemi di sicurezza allarmi giochi giocattoli

Prezzo: in offerta su Amazon a: 15,8€


Tipologie di sistemi di allarme

allarme I sistemi di allarme si dividono in diverse tipologia che variano a seconda delle loro caratteristiche tecniche. I più diffusi per le case isolate, ville e villette sono gli impianti perimetrali: vengono istallati lungo tutte le pareti esterne dell'abitazione e creano una vera e propria rete protettiva; questi allarmi entrano in funzione quando vengono aperti gli infissi e consentono di muoversi liberamente all'interno della casa, cosa che li rende ideali anche per essere accesi nelle ore notturne. Gli impianti di allarme volumetrici invece sono costituiti da sensori da installare dentro l'abitazione che sonon in grado di percepire i movimenti e addirittura le variazioni della temperatura; quelli volumetrici sono allarmi ideali per chi si assenta per lunghi periodi. C'è da scegliere poi tra gli impianti con i fili o senza fili: i primi si attivano se uno dei cavi venisse danneggiato, ma risulterebbe più impegnativo a livello pratico ed economico; quelli senza fili invece hanno il vantaggio di poter funzionare anche in assenza di corrente e non richiedono lavori sulle pareti per il cablaggio.

  • Villetta in campagna Scegliere la destinazione delle vacanze non è affatto scontato, ognuno di noi vive le ferie in modo personale e spesso le mete preferite rispecchiano la parte più autentica di noi stessi, quella che i...
  • I sistemi di videosorveglianza wireless costano di più rispetto ai tradizionali La video sorveglianza wireless può essere considerata una valida risposta alle esigenze di molti nuclei familiari italiani che sentono messa a repentaglio la loro sicurezza da un aumento esponenziale ...
  • Sistema d'allarme Prima di tutto dobbiamo decidere il tipo di impianto che vogliamo per la nostra abitazione. Esistono infatti sia quelli di tipo wireless che quelli che funzionano con i fili. Per la loro facilità di i...
  • antifurto Ormai le case sono sempre meno sicure a causa di effrazioni e rapine. Negli ultimi tempi però sono sempre più diffusi gli antifurti senza fili proprio perché è possibile installarli senza l'intervento...

Foscam FI9816P/W Telecamera IP Motorizzata di Sorveglianza Cloud Wireless, HD 720p, Visore Notturno, 70º, Slot Micro SD, Rilevatore Movimenti, Bianco

Prezzo: in offerta su Amazon a: 67,99€
(Risparmi 11,91€)


Sistemi di allarme: Istallazione dell'impianto

installazione Istallare un sistema d'allarme non è un processo immediato, richiede attenzione e pazienza, dal momento che si tratta di un'opera che determinerà la sicurezza di una casa e di coloro che la abitano. E' bene dunque rivolgersi ad esperti del settore che vi consiglieranno quale sia la soluzione ideale per la vostra abitazione e che vi rilascino un certificato di conformità alla fine dell'installazione (ogni impianto infatti deve essere conforme alle norme CEI). La fase della progettazione è quella che richiede maggior tempo e attenzione: bisogna fare una planimetria dell'abitazione e trovare quali siano i punti più delicati, quelli a maggior rischio intrusione; non tralasciare una cernita degli infissi, verificare i meno sicuri e i più raggiungibili dall'esterno. Dopo l'installazione è consigliabile stipulare con l'azienda fornitrice un contratto di manutenzione che vi garantirebbe almeno due controlli l'anno. Infine è bene iniziare un periodo di prova di una settimana, in cui si può prendere manualità e confidenza con il proprio impianto di allarme, per non trovarsi mai impreparati e sapere esattamente come funziona.



COMMENTI SULL' ARTICOLO