Principali differenze fra concimi e fertilizzanti

Le informazioni di base su concimi e fertilizzanti

La questioni relative all’impiego di concimi e fertilizzanti nel mondo della botanica sono da sempre un elemento molto interessante. E, ovviamente, in maniera intuibile, si tratta di un elemento che desta l’interesse in primo luogo della più meno ristretta cerchia degli addetti ai lavori e, in secondo luogo, anche di tutti coloro che si avvicinano al mondo della coltivazione domestica di piante e fiori con l’animo del neofita interessato e appassionato ma verosimilmente privo di conoscenze specifiche su tutto quanto riguarda in maniera più o meno diretta la questione di concimi e fertilizzanti. Naturalmente si tratta di un terreno, è proprio il caso di dirlo, in cui occorre procedere con i piedi di piombo, vale a dire con la massima accortezza per ottenere i frutti migliori dalle proprie coltivazioni.
Alcune note

GardenMate®, Set di picchetti a U per ancoraggio a terra, galvanizzati, 100 pz., 150 mm

Prezzo: in offerta su Amazon a: 16,95€


Le principali differenze tra concimi e fertilizzanti

Pro e contro Ma, come è nostra buona abitudine consolidata ormai da lungo tempo, procediamo con ordine e iniziamo a comprendere alcuni degli elementi di base che più potrebbero esserci di aiuto e di sostegno nel corso della nostra analisi in materia di concimi e fertilizzanti, una riflessione, la nostra, abbastanza sintetica per le ben note ragioni di spazio ma che ci auguriamo rimanga sempre e comunque sufficientemente chiara ed esauriente per tutti coloro che la leggeranno. Una delle prime considerazioni da fare è che esistono oggigiorno una serie di concimi e fertilizzanti molto ampia e, soprattutto, una serie di prodotti che sono stati immessi in commercio dalle aziende operative nel settore di concimi e fertilizzanti solo negli ultimi tempi. E ciò testimonia senza dubbio la domanda di concimi e fertilizzanti che è sicuramente in crescita nonostante lo stato di salute del settore comunque compromesso dalle contingenze economiche del momento.

  • Concime I nutrienti presenti nei concimi sono divisi in tre categorie:- macronutrienti: contenenti azoto, fosforo e potassio, i nutrienti principali per la salute delle piante;- nutrienti secondari: conte...
  • concimare La concimazione è una tecnica di fertilizzazione: modifica e migliora alcune proprietà del terreno, ossia la sua composizione chimica, allo scopo di soddisfare al meglio il fabbisogno delle colture da...
  • arredo moderno giardino Il giardino, è un openspace incantato, una cornice naturale, un luogo fatto di silenzio, di verde, di profumi. L’enfatizzazione di questo spazio, è data dall’armonia delle sue parti, dall’omogeneità d...

Fondolinfa 10Lt Argilla Espansa

Prezzo: in offerta su Amazon a: 9,9€


Principali differenze fra concimi e fertilizzanti: Consigli pratici per comprendere le differenze tra concimi e fertilizzanti

Pregi e difettiUna considerazione di carattere generale che ha molta rilevanza in tema di concimi e fertilizzanti è quella che poggia sulla distinzione tra concimi e fertilizzanti naturali e prodotti di fabbricazione industriale. E la scelta di fondo tra prodotti chimici o naturali, fermo restando che ad oggi molti prodotti chimici, per non dire la loro totalità, passa una serie di test affidabilissimi che ne valutano le potenzialità dannose o di inquinamento, è anche figlia dalle modalità di impiego che dobbiamo fare noi all’interno del nostro giardino. Perché, casomai ci dedicassimo a coltivazioni di tipo industriale o, se non proprio di tipo industriale comunque coltivazioni molto ampie e meccanizzate, la scelta di concimi e fertilizzanti di fabbricazione industriale in grado di assicurare un’ottima performance, dovrebbero essere una scelta quasi scontata. Di contro, se ci dedichiamo alla coltivazione del nostro piccolo giardino, il nostro consiglio è quello di usare concimi e fertilizzanti assolutamente naturali.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO