Lavorare con la spatola

Lavorare con la spatola

La spatola è uno di quegli attrezzi che non manca mai in una casa perché è essenziale. Deve essere custodita gelosamente e mai prestata, altrimenti si corre il rischio che non torni più nella cassetta, accanto agli altri strumenti utilizzati per il fai da te. Il manico della spatola può essere in legno oppure in plastica. Esistono anche quelle con i manici in metallo ma per lavorare bene con la spatola è meglio maneggiarne una con il manico di legno. Le spatole vengono utilizzate per i lavori edili, per le riparazioni fai da te e anche per realizzare lo stucco veneziano per dare alle pareti un bellissimo effetto. I carrozzieri sono soliti lavorare con la spatola per coprire i graffi delle auto, i pasticceri la utilizzano per temperare il cioccolato, persino alcuni pittori applicano il colore sulla tela servendosi della spatola. Un piccolo attrezzo, mille usi.
Lavorare con la spatola

Set 11 Attrezzi Argilla SPATOLE E MIRETTE per lavorare l'argilla, creta, ceramica, plastilina... ma anche altre pasta ..come pure nel campo dolciario e alimentare per il decoro di frutta o Dolci.

Prezzo: in offerta su Amazon a: 12,8€


Quando utilizzare la spatola

Quando utilizzare la spatola Per effettuare dei piccoli lavori in casa non sempre è necessario richiedere l'intervento di operai specializzati. L'importante è avere una buona manualità e tanta pazienza. Per lavorare con la spatola occorre solo un po' di pazienza perché è uno degli attrezzi più facili da utilizzare. La spatola serve per stuccare le pareti e rimuovere i buchi lasciati dai chiodi dei quadri, per sistemare delle piccole crepe sul muro causate dalle porte che sbattono o per sagomare gli angoli. Si prepara lo stucco, se ne prende una piccola quantità con la spatola e si esegue il lavoro. Dopo che sarà asciugato si levigherà con della carta vetrata e la parete tornerà come prima. Inoltre le spatole vengono utilizzate per rimuovere la carta da parati. Per evitare che la parete subisca dei danni sarà necessario inumidire la carta con una spugna bagnata prima di lavorare con la spatola.

    Rosenice 5 pz in acciaio inox olio pittura spatola spatola Set

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 8,89€
    (Risparmi 8,89€)


    Tipologie di spatola

    Tipologie di spatola Come abbiamo accennato la spatola può essere utilizzata per eseguire diversi di di lavori di restauro all'interno della propria casa e per questo motivo esistono diverse tipologie di spatole: per vernici, carta da parati, stucco.La spatola per stuccare ha una lama molto sottile e flessibile per permettere allo stucco di riparare la parete penetrando nella crepa, inoltre è sprovvista di manico e ha gli angoli tondeggianti. La spatola per le vernici e per la carta da parati è molto larga e robusta in quanto deve rimuovere tutti i residui di materiale. La lama è in acciaio e può essere larga anche 12 cm per dare la possibilità di operare su superfici più estese. Sono disponibili anche spatole dentellate, sempre in acciaio che è il materiale più resistente, e che vengono utilizzate per rimuovere la carta da parati o per stendere l'impasto adesivo per la posa di piccole mattonelle.


    Prezzi della spatola

    Prezzi della spatola Chi deve lavorare con la spatola deve conoscere i prezzi di quest'attrezzo. In genere le spatole non costano molto anche se il consiglio è di acquistare quelle in acciaio che hanno un prezzo più elevato ma permettono di realizzare lavori di alta precisione anche se non si è molto esperti. Se vengono pulite dopo l'utilizzo e sono conservate in un luogo asciutto e riparato, le spatole possono durare molti anni e rivelarsi un ottimo investimento. Nei negozi di bricolage e fai da te sono disponibili dei kit di spatole di diverse dimensioni che a primo impatto potrebbero sembrare un vero affare. Se non vengono utilizzate le spatole si deteriorano, quindi è meglio acquistarle quando occorrono. In genere per una spatola economica si spendono intorno ai 2 euro, mentre il prezzo di quelle professionali non supera quasi mai i 10 euro.




    COMMENTI SULL' ARTICOLO