Come scegliere gli attrezzi legno

Come scegliere gli attrezzi per tagiare il legno

Tra gli attrezzi per tagliare il legno sicuramente quello più utile e diffuso è la sega. Ne esistono di diversi tipi e la scelta della sega corretta varia in funzione del tipo di taglio che dobbiamo effettuare e della grandezza del pezzo di legno da tagliare. Infatti la lama puo' essere più o meno grande e può cambiare il tipo di dentatura. In commercio esistono vari tipi di seghe a mano: Segaccio. Ha una lama ha una forma trapezoidale ed ha una robusta impugnatura. Viene utilizzata per tagli dritti anche su pezzi abbastanza spessi. Non è consigliata per tagli curvi. Sega a Telaio: La sua lama è lunga e sottile montata su un telaio di legno e tenuta in tensione da una corda fissata nella parte alta dello stesso. Sega ad arco: La tensione della lama viene ottenuta tramite l'elasticità di un arco di metallo e una vite che avvitandola la tende Sega a dorso. Ha una lama abbastanza sottile ed una dentatura poco pronunciata, tenuta in tensione da un manico a forma di "U" sul dorso della sega, utilizzata per tagliare pezzi di legno sottili come ad esempio le cornici per quadri.
Sega a telaio per legno

Blulu Stick Colla a Caldo Bastone Caldo per Vacanze Fai Da Te Crafts Scuola Progetti Hobby Crafting, Colori Assortiti, 7 x 200 mm, 12 Pezzi

Prezzo: in offerta su Amazon a: 8,99€
(Risparmi 5€)


Come scegliere gli attrezzi per forare il legno

Trapano a manovella per legnoAnche se oramai i falegnami moderni utilizzano come attrezzo per forare il legno un trapano elettrico manuale o a colonna, giustamente munito di punte adatte per il legno, in passato i veri falegnami utilizzavano altri tipi di utensili manuali per forare. Infatti con essi si ottenevano ugualmente ottimi risultati anche se fare un foro significava sudare non poco. Come trapani a mano per legno possono ricordare: il trapano a manovella, il succhiello e il girabecchino Trapano a manovella. È costituito da una punta a forma di elica, che se si faceva ruotare a velocità elevata grazie ad un ingranaggio azionato da una manovella. A seconda delle dimensioni della punta che veniva utilizzata, si potevano effettuare fori di diverso diametro. Succhiello. Anch'esso formato un manico di legno dove al centro veniva fissata piccola un'asta di ferro che all'estremita aveva una punta ad elica. Permetteva di fare piccoli fori facendolo ruotare a mano. Girabecchino: chiamato anche trapano a collo d’oca, forse il più utilizzato nel campo dei trapani manuali, perché riesce ad effettuare fori nel legno di varie dimensioni e su legno di vario spessore.

    Serratura Meccanica In Lega Di Zinco Su Ripostiglio,Maniglie Antiscasso Con Codice A 3 Cifre E Facile Da Installare Bloccaggio Codice Di Sicurezza,Fornite 3 Modelli Da Scegliere ( dimensione : 0.5~9mm )

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 11,12€


    Come scegliere gli attrezzi per levigare il legno

    Pialla per levigare il legno L'attrezzo da scegliere per effettuare una levigatura é la pialla.È formata da un corpo in legno e da una lama affilata ed inserita nel legno stesso, posta in modo da sporgere da esso di alcune decine di millimetri in base alla durezza del legno da piallare. La sua posizione comunque è regolabile e bloccata con una vite. Le pialle si differenziano in base alla dimensione della superficie da piallare, ci sono quelle con lama larga che servono per sgrossare il legno, quelle di medie dimensioni per rifinire e livellare alla perfezione qualunque superficie. Quella metallica invece viene adoperata per le superfici piccole come i bordi. L'operazione di piallatura si effettua impugnando l'attrezzo saldamente con la mano e fallo scorrere, accompagnato con l'altra mano, sempre nel senso delle fibre del legno, per evitare che la lama si inceppa e si rischia di rovinarlo scheggiandolo.Il movimento deve essere regolare e nel ritorno bisogna esercitare una pressione più lieve dell'andata. Per effettuare una piallatura in sicurezza consigliamo di mettere la superficie da piallare sempre in posizione orizzontale e ben bloccata da una morsa o da morsetti a vite.


    Come scegliere gli attrezzi legno: Come scegliere gli attrezzi per intagliare il legno

    Scalpelli per intagliare il legno L'intagliatura è l'arte dei falegnami per creare intagli nel legno, utilizzati per inserire eventuali cerniere o serrature oppure per incidere figure, iscrizioni e disegni. Per intagliare su legno la scelta ricade su due soli attrezzi: lo scalpello e una sgorbia.Scalpello. È composto da un manico in legno e, inserita in esso, una lama piatta in acciaio temperato molto tagliente di diverso spessore o grandezza. Questa viene appoggiata in modo obliquo o perpendicolare al legno tenendo il manico per una mano e con l'altra, usando un martello, si colpisce la parte superiore dello stesso in modo energico ma preciso. Per evitare che il pezzo di legno si possa spostare sotto i colpi del martello è importante che questo sia bloccato con dei morsetti. È un attrezzo che va maneggiato con cura, facendo molta attenzione a non usarlo con la lama rivolta verso il corpo.Sgorbia. È simile allo scalpello ma lama è sagomata a curva e serve appunto per effettuare scanalature e raccordi curvi sul legno. A differenza dello scalpello, questo attrezzo bisogna usarlo con delicatezza, dando colpi leggeri con il palmo della mano, sempre seguendo la direzione delle fibre.


    Guarda il Video

    COMMENTI SULL' ARTICOLO