Tende per camerette

Ecco come devono essere le tende per camerette

Non è molto difficile capire come devono essere le tende per camerette, anche perchè una vera regola in fondo non c'è. La cameretta dei bambini è il loro mondo, essa deve essere arredata in maniera molto semplice, deve contenere il mobilio essenziale, ma capiente, quindi armadi e cassettiere compatte, letti sovrapposti, o a castello, o in posizione alternata, o con le scale, il tutto con una regola essenziale: non occupare troppo spazio! Si perchè la cameretta è soprattutto il luogo dei giochi, che dovranno trovare posto un pò dappertutto: su mensole, in grossi cesti, in scatoloni, in cassapanche. Gli arredamenti tessili, solitamente ispirati al sesso dei piccoli abitanti della stanza, sono colorati, simpatici, spesso a tema. Le tende hanno la funzione di filtrare la luce ma anche di rallegrare ulteriormente l'atmosfera della stanza.
Le tende in cameretta rallegrano l'ambiente

ElecMotive Metri da parete per bambini rimovibile misurare adesivi da parete per cameretta bambini singolarmente in confezione regalo

Prezzo: in offerta su Amazon a: 8,99€


Arredamento tessile per le camerette dei bambini

Tenda con disegno fattoria L'arredamento tessile della cameretta viene spesso ricreato in base ad un tema conduttore: esso può consistere in un colore, in un personaggio della Disney o della Marvel, un personaggio dei cartoni animati, oppure può avere come oggetto gli animali, il mare, lo spazio, la fattoria. Per arredamento tessile intendiamo: i tappeti, i piumoni,che si vanno poi ad abbinare al tema del mobilio o degli accessori. Anche la tenda fa parte degli arredi tessili. Ma c'è una regola che indica come devono essere le tende per camerette? Certamente no, esse non devono obbligatoriamente essere a tema della cameretta, ma basta siano ad esso ispirate. Indispensabile l'abbinamento delle tende al colore non cui sono state tinteggiate le pareti, questo per far si che l'ambiente sia armonioso e senza fastidiosi sbalzi di tonalità.

    LXHLXN Adesivi murali Unicorno Adesivi per camerette per camerette Adesivi per camerette dormitorio da rinnovare

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 27,46€


    Come devono essere le tende per le camerette: tessuti e installazione

    Finestra di una cameretta con tenda a pacchetto Oltre all'aspetto estetico, nel considerare come devono essere le tende per camerette bisogna prestare attenzione particolare anche alla praticità, alla sicurezza e alla salute dei bambini. Il tendaggio perfetto deve essere in materiale ignifugo, deve essere lavabile alle medie temperature, ed è opportuno che siano ricavate da fibre tessili naturali come seta, cotone o lino. È comunque sempre consigliabile preferire tessuti leggeri e dai colori chiari, per lasciare filtrare la luce naturale. Dove ci sono ampi spazi disponibili, va bene la classica tenda lunga, ma dove lo spazio a disposizione è poco, si potrà optare per le tende a rullo, a pacchetto o a pannello. Queste si possono installare alla parete ma anche direttamente al vetro della finetra mediante apposite bacchette auto-incastranti.


    Tende per camerette: Come devono essere le tende per camerette se i bambini hanno sesso diverso?

    Tendaggio con lumache per maschietti e femminucce L'impostazione della cameretta è semplicissima se il bambino è solo o se più bambini sono dello stesso sesso. Per i bambini molto piccoli si sceglieranno i classici toni del rosa o del celeste. Per i più grandi, invece, se maschietti si potranno scegliere i supereroi, i mezzi di trasporto, films di avventura e di mostri. Per le bambine ci si potrà sbizzarrire con le principesse Disney o le varie eroine dei telefilms moderni. Ma quando la cameretta deve ospitare due bambini di sesso opposto? In questi casi è obbligatorio prediligere temi e colori neutrali, come ad esempio il mare, le stagioni, gli animali, o films per bambini di entrambi i sessi. Una idea carina sarebbe, avendo spazio sufficiente, dividere la stanza in due lasciando ad ognuno i propri spazi e inserendo una tenda che armonizzi il tutto.



    COMMENTI SULL' ARTICOLO