Come curare alberi monumentali

Come curare alberi monumentali

Esistono vari tipi di cure per gli alberi monumentali, a seconda del tipo di intervento che necessitano e dello stato di salute in cui versano.

Grazie all’innovazione tecnologica, oggi si procede molto spesso all’aiuto di queste specie tramite Dendrochirurgia.

La dendrochirurgia è una vera e propria chirurgia operata sulle piante che permette la rimozione di tessuti malati e contaminati lasciando spazio e possibilità di rinascita a quelli vivi e sani.

Il procedimento consiste nell’asportazione molto mirata e precisa del tessuto propriamente malato e di parte di quello sano, che per quanto appaia normale può portare dentro di se tracce dei batteri o dei funghi infettanti.

Ad essere sezionati sono quindi i tessuti compromessi e i bordi dei tessuti sani che li circondano, bisogna però prestare attenzione a non eliminarne troppi tutti insieme: l’albero, proprio come un uomo, ha bisogno di energie per rimettersi in sesto e quindi di tessuto sano da cui sviluppare le nuove parti.

Come curare alberi monumentali dalle patologie più comuni?

albero

Cesoie di potatura di Gelindo con tagliente lama in acciaio al carbonio SK-5 - meno sforzo - Anti maniglie in gomma antiscivolo - meccanismo di sblocco semplice - perfetto per gli alberi di mele, Rose & siepi

Prezzo: in offerta su Amazon a: 12,99€
(Risparmi 27€)


Le patologie più comuni

fungo albero Gli alberi monumentali soffrono molto spesso di "carie del legno". Queste sono degradazioni operate da alcuni funghi, molto comuni in questo tipo di legno, che se non tenute sotto controllo possono portare al completo disfacimento dell’albero, provocando l’apertura di cavità più o meno grandi che mettono a rischio la sopravvivenza della specie stessa.

Il fungo è molto comune nei boschi e nelle foreste, predilige appunto ceppi e legni di vecchia data e si propaga molto velocemente.

Non bisogna pensare a questo problema confinandolo alla vegetazione: se non si impara come curare alberi monumentali e questi non vengono messi in sicurezza, l’instabilità provocata dai funghi può provocare un crollo della pianta e trasformarsi in un pericolo per le persone che vi passano vicino o che la vanno a visitare.

Tendenzialmente a questo problema si può rimediare in due modi: tramite dendrochirurgia o tramite potatura.

Nel primo caso abbiamo un intervento certamente più mirato ed appropriato che se eseguito da uno specialista del settore può salvare la pianta e scongiurare il prosieguo dell’infezione, la potatura invece pur essendo meno specifica è altresì importante per il mantenimento dell’albero.

  • salice piangente Uno degli alberi da giardino più particolari e amati anche in occidente, pur essendo originario dell'Asia Centrale, è il salice, detto piangente a causa della sua chioma che spiove verso il basso, dan...
  • potatura albero La potatura di un albero è necessaria quando si osservano nella pianta dei problemi o delle ramificazioni troppo estese, le quali possono danneggiare benessere o produttività della pianta. Ad esempio ...
  • danni da batteri Le piante possono ammalarsi a causa di batteri fitopatogeni che si sviluppano nei terreni contaminati, a seguito di drastiche potature, o innesti fatti non a regola d'arte. Infatti, basta poco per rov...
  • pianta da giardino Chi possiede un giardino piuttosto ampio, oppure chi deve decidere in che modo costruire gli spazi verdi di un parco, tra le altre piante ornamentali tra cui può scegliere spesso predilige anche la pr...

Giapponesi Bonsai Nano melograno semi, fioritura Albero da frutto, Arredamento Ufficio, 10 particelle / bag

Prezzo: in offerta su Amazon a: 12,99€


La potatura

potatura Utilizzata non solo per eliminare parti di albero malate, la potatura risulta indispensabile anche come mezzo di crescita per la pianta. Esistono infatti due tipi di potatura: quella di mantenimento e quella di ringiovanimento.

La prima viene utilizzata per eliminare branche malate dell’albero che con il loro propagarsi potrebbero infettare tutta la pianta;

la seconda invece è utilizzata per eliminare rami morti o secchi e per indirizzarne così la crescita di nuovi.

I mezzi con cui viene effettuata questa operazione variano a seconda della zona in cui sono collocati gli alberi: laddove possibile e vi sia abbastanza spazio vengono utilizzate, per salire sulle cime più alte, delle gru che possono raggiungere anche i 20 metri d’altezza e sulle quali salgono gli esperti potatori che inizieranno il lavoro di sfoltimento.

Non sempre però è così facile: alcune volte le caratteristiche del suolo non consentono di muoversi così liberamente con i mezzi pesanti, in questo caso sono gli operai stessi ad arrampicarsi sulle cime per mezzo di corde e scale, un vero e proprio tree climbing insomma, così che una volta ancorati ai rami più saldi possano iniziare il lavoro di potatura.



Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO