Pregi e difetti delle travi in ferro

Diverse tipologie di profilati in base al tipo di solaio

Le travi in ferro sono ormai di uso comune nella costruzione di solai e coperture. Da quando, durante la Rivoluzione Industriale, l'acciaio iniziava a essere usato in sostituzione del legno come maglia strutturale per i tetti e i solai, la sua diffusione non si è più arrestata. Nell'edilizia moderna esistono tre tipi di solai: quelli in laterizio con i profilati, cioè le travi, in ferro o acciaio - quelli in cemento con profilati in legno - e quelli in cemento armato e laterizio, i cui profilati sono realizzati in cemento e sono dotati di una particolare armatura. Gli ultimi due tipi di solai, quelli con profilati in legno e in cemento armato sono ormai in disuso, a vantaggio di quelli realizzati con profilati in acciaio, materiale con elevate prestazioni statiche, cioè resistenza alla trazione e alla compressione, che si rivela al contempo duttile e flessibile - adatto anche in presenza di terremoti di moderata entità - poiché aiuta l'impalcatura dell'edificio a sopportare i movimenti di slittamento del terreno e a non crollare.
trave1

Antitarlo Fungicida

Prezzo: in offerta su Amazon a: 19€


Caratteristiche delle travi in ferro

travi ferro Le travi in ferro sono soggette a corrosione, motivo per il quale questo materiale viene spesso trattato con un rivestimento superficiale in zinco che lo preserva dai fenomeni ossidativi. Il ferro è anche scarsamente resistente al fuoco, problema risolvibile con l'applicazione di vernici intumescenti, che, in caso di necessità, fanno da barriera tra il ferro e il fuoco.

Le travi in acciaio sono costituite da una lega di due metalli: il carbonio e il ferro, e la percentuale di carbonio presente nella lega ne stabilisce anche il grado di durezza. Le travi in acciaio durissimo hanno una percentuale di carbonio maggiore dell'85%, mentre quelle con una percentuale di carbonio compresa tra lo 0,04% e lo 0,4% si definiscono in acciaio extra-dolce. Le travi in acciaio duro, infine, sono quelle con percentuale di carbonio tra 0,4% e 0,85%. La quantità di carbonio nella lega determina la maggiore o minore resistenza del materiale alle sollecitazioni meccaniche, ma non interviene sui fenomeni corrosivi legati all'ossidazione.

  • Travi in legno Quando si scelgono i materiali ed i componenti di arredo per la propria casa si deve tener presente della tipologia e delle caratteristiche della stessa. Così come per altri materiali e componenti, in...
  • travi in acciaio1 I solai sono delle strutture orizzontali che fungono da divisori tra i differenti piani di un palazzo; inoltre, hanno funzione prettamente strutturale, ossia quella di sostenere i carichi che incidono...
  • travi in legno lamellato Il legno è un materiale che è stato indispensabile per l’uomo e la sua vita quotidiana. I suoi utilizzi risalgono a tempi molto antichi e col passare del tempo, i suoi usi sono diventati sempre più di...
  • travi Le travi a vista, generalmente realizzate in legno o acciaio, sono un elemento architettonico che, oltre ad avere una forte valenza estetica hanno anche un ruolo funzionale. Le travi a vista possono d...

Wandtattoo Loft Scritta "Sweet dreams" realizzato in bianco Adesivo murale Pellicola e 200 luminoso Punti fosforescenti/fluorescente luci al buio per romantico Cielo stellato in Cameretta dei bambini/

Prezzo: in offerta su Amazon a: 27,19€


Pregi e difetti delle travi in ferro: Sezione e costo

Travi acciaio Tra i pregi e i difetti delle travi in ferro annoveriamo anche quelli legati alla forma della trave stessa, in particolare della sua sezione. Le travi cosiddette "IPE" hanno una sezione a forma di "I" maiuscola e sono molto resistenti alle sollecitazioni da flessione, mentre quelle con sezione a "T", "Z", "L" e "C" sono sconsigliate per sorreggere pesi notevoli e si adattano al sostegno di pareti di vetro, legno o altri materiali leggeri. Le travi con sezione a "I", ma con ali inferiori inclinate di 15 gradi rispetto alle travi IPE, sono adatte a reggere sollecitazioni orizzontali e hanno peso e costi maggiori. Per scongiurare il rischio di collasso di un edificio, le travi HE , con sezione ad "H", sono utilizzate per la costruzione delle fondamenta. Lo spessore delle travi IPE va da 80 a 600 mm circa, mentre quello del modello HE va dai 100 mm ai 1000 mm circa. Delle travi in acciaio di buona qualità sono corredate sempre da una scheda tecnica che ne illustra i collaudi effettuati e i relativi risultati, le specifiche tecniche e le dimensioni strutturali. Il costo travi in ferro normalmente si aggira intorno ai 180€ al quintale.



COMMENTI SULL' ARTICOLO