Piastrelle per pavimenti interni

I vari modelli di piastrelle per interni

Esistono tantissimi tipi di piastrelle per pavimenti interni, basta girare qualche negozio e si rimane stupiti da quanti modelli è possibile trovare. Scegliere la piastrella giusta diventa quindi un'impresa quasi impossibile. Come fare quindi? Per prima cosa è bene conoscere qualcosa in più su questo mondo. Esistono mattonelle effetto: pietra, legno, tessuto, sassi, metal, cemento, rustico, composto, lucido o a tinta unita. Possono, inoltre, avere forme diverse o avere dei motivi pop, floreali o a rilievi innovativi e attrattivi. Perfino la porcellana non è sempre uguale. Esistono diverse tipologie di prodotti a seconda delle materie prime utilizzate e della lavorazione. Le ceramiche si dividono in quelli a pasta porosa come cotto, maiolica, cottoforte e quelli a pasta compatta: monocottura, gres rosso e porcellanato, klinker. Le piastrelle hanno anche dimensioni diverse si trovano, infatti, maxi piastrelle, piastrelline, piastrelle dalle varie forme quadrate o rettangolari o atipiche o strisce a mosaico.
Differenti tipi di piastrelle di design per la cucina

44 Piastrelle per Pavimento Adesive Effetto Legno - Cucina/Bagno

Prezzo: in offerta su Amazon a: 37,59€


Scegliere le piastelle giuste

Piastrelle effetto legno per un design modernoCome scegliere, dunque, la piastrella giusta? Per prima cosa dobbiamo pensare all'effetto che vogliamo dare alla nostra casa e se preferiamo un arredo moderno, tradizionale, mediterraneo o vintage. Importante è anche scegliere dei colori che piacciono. Una volta scelto lo stile e il colore il più è fatto. Le maxi piastrelle sono più adatte per i loft. Per uno stile vintage potete scegliere delle piastrelline in tinte pastello o in micro-mosaico con tessere di diverse sfumature di colore o potete provare con accostamenti decisi tra diverse piastrelle a tinta unica. Per un arredo moderno potete scegliere delle piastrelle dalle forme atipiche con rilievi innovativi e attrattivi ma se cercate uno stile meno pop potete optare per mattonelle in effetto legno, sassi, pietra o metal. Per un arredo in stile mediterraneo le maioliche sono l'ideale. Mentre per uno stile tradizionale l'ideale è il grés porcellanato, le maioliche o l'onice. Ambienti diversi vogliono materiali diversi. Il grès e le mattonelle a pasta compatta sono l'ideale per il bagno perchè non assorbono l'acqua Vedere da vicino il materiale, toccarlo e magari chiedere qualche fotografia dell'insieme è però fondamentale.

    Pavimento gres porcellanato Via Zamboni grigio Chiaro 50x50, 1a scelta Stock da mq. 25,50

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 280€


    Come si piastrella

    Esempio di procedimento di piastrellatura pavimento interno Posare le piastrelle non è facile per chi non l'ha mai fatto, ma se si ha esperienza nel fai-da-te piastrellare può essere una sfida avvincente. Chi, invece, ha intenzioni di farsi fare il lavoro da professionisti può cercare di risparmiare qualche soldo procurando il materiale e conoscendo anche superficialmente la procedura potrà controllare al meglio se il lavoro viene effettuato in maniera corretta. Gli strumenti necessari per la posa delle piastrelle sono: spatola dentata per colla; riga; taglia piastrelle; forbici; metro; matita; taglierino; cazzuola; martello; secchiello; manara con lato dentato; tenaglie; livella; rotella metrica e mazzuolo. Le piastrelle per interni devono essere posate su un sottofondo piano e regolare. A terra si stende una miscela di acqua e adesivo utilizzando la manara dentata per non più di un metro quadrato e si incominciano a posare le piastrelle distanziandole con dei crocini. Il giorno dopo si stende lo stucco per riempire le fughe. La parte più difficile sarà l'essere precisi nel ritagliare le piastrelle della giusta dimensione. é bene comprare più piastrelle del necessario per sostituirle anche in futuro in caso di rottura.


    Piastrelle per pavimenti interni: Design e piastrelle

    Cucina con piastrelle effetto legno e piastrelle a mosaico Nella scelta delle piastrelle non possiamo però trascurare il design e quali piastrelle sono di tendenza oggi. Sicuramente le piastrelle di moda sono quelle in grés laminato, di spessore ridotto (alcune anche solo di 3 mm). Se la posa è effettuata a regola d'arte l'effetto elegante e moderno è assicurato. Tra i vantaggi di questo tipo di piastrelle possiamo sottolineare il fatto che sono leggere, facili da maneggiare e inoltre permettono di risparmiare in quanto possono essere applicate su pavimenti e rivestimenti preesistenti senza modificare l'altezza delle porte. Il grés porcellanato è invece l'ideale in cucina. Inoltre, è importante ricordarsi che in questo ambiente (così come nel bagno) le piastrelle dovranno essere posizionate anche sul muro per proteggere l'ambiente dagli schizzi e, in questo caso, si potranno utilizzare le stesse che si sono posizionate sul pavimento o alcune a mosaico che creino un contrasto o che ne richiamino il colore. Nelle cucine moderne i colori ideali sono: crema, sabbia, grigio, antracite e nero. Di tendenza anche i pavimenti ad effetto legno e quelli ad effetto mosaico. L'ultima parola, però, spetta sempre a voi.


    Guarda il Video

    COMMENTI SULL' ARTICOLO