Come progettare una cucina in modo professionale

Per progettare una cucina si comincia dalle misure

Per fare una progettazione della cucina in modo professionale, innanzitutto bisogna rilevare le misure dell'ambiente da arredare. Può sembrare un'operazione semplice, in realtà richiede attenzione e precisione. Oltre alla lunghezza delle pareti, i dettagli da tenere in considerazione sono tanti, a cominciare dalla posizione degli allacciamenti di acqua e gas. Sono altrettanto importanti la posizione delle prese elettriche, gli ingombri di eventuali finestre e davanzali, la presenza di rivestimenti piastrellati sulle pareti e la posizione del foro di scarico dei fumi. Tutto ciò quando la parete da arredare è solamente una. Per sviluppare l'ambientazione su più pareti contigue, sarà necessario misurare anche il grado di apertura o chiusura degli angoli. Per rilevare le misure si possono usare diversi attrezzi: il metro rigido, il distanziometro laser, la squadra misura angoli e la bindella. Su un foglio si schematizza la planimetria della stanza e si indicano tutte le distanze misurate. Successivamente si riporta in scala la pianta della stanza, meglio se con l'ausilio di un programma di progettazione grafica, avendo cura di indicare tutti i dati.
Gli strumenti per rilevare le misure

SPAHER Ganci portasciugamani 3M Adesivo 304 in acciaio inox Appendiabiti ganci di 8 Pezzi impermeabile rimovibile asciugamano rack a parete per cucina bagno Cappello strumento spazzolato gancio

Prezzo: in offerta su Amazon a: 9,95€
(Risparmi 9,93€)


Come sviluppare un'ambientazione soddisfacente della cucina

Rendering del progetto di una cucina Con la planimetria precisa sotto mano, può cominciare la progettazione. Per prima cosa si devono tracciare gli ingombri della profondità delle basi (cm. 60) e dei pensili (cm. 34/36) sulle pareti che si desidera occupare. A questo punto si può suddividere la lunghezza con le larghezze delle basi standard (cm. 15, 30, 40, 45, 60, 80 e 90), lasciando dello spazio per il mobile sottolavello, per la zona cottura, per la lavastoviglie, per le colonne frigorifero ed eventualmente del forno. Una volta trovata la combinazione migliore di basi delle varie misure, sarà sufficiente ripetere le stesse larghezze anche per i pensili, eventualmente mischiando altezze differenti per creare movimento. Quasi tutte le cappe decorative sono più grandi rispetto al fornello sottostante e, per centrarle, basta ridurre la dimensione dei mobiletti laterali. Per un risultato estetico più accattivante è opportuno alternare pensili con sportelli chiusi e a vetro e, tra le basi, ricordarsi di mettere cassettiere e cassettoni estraibili. Usando un programma di progettazione grafica è possibile vedere il rendering della cucina passo dopo passo.

    Homeself spessore vetro temperato Scaffale per bagno cucina mensola da parete in alluminio, alluminio, 2 parti

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 38,88€
    (Risparmi 4,11€)


    Le principali tipologie di cucine disponibili in commercio

    Cucina in stile moderno Il progetto sviluppato è adatto ad ogni modello di cucina. Le aziende di produzione hanno standardizzato le dimensioni delle basi e dei pensili, così è possibile scegliere liberamente la cucina che piace di più o meglio si adatta al contesto della casa. Le principali tipologie di cucine disponibili in commercio sono riconducibili a quattro gruppi: classico in legno, classico colorato, moderno in legno e moderno colorato. Le soluzioni classiche sono caratterizzate da sportelli in legno più o meno lavorato, maniglie in metallo anticato, cornici e lavorazioni aggiuntive. Le versioni colorate abitualmente presentano tonalità sobrie, sebbene in alcuni casi siano proposte con colori intensi. I modelli moderni fanno della linearità e della pulizia delle linee il loro punto di forza. Molto spesso sono disponibili con una gamma cromatica estremamente ampia, comprese diverse varianti di legno (rovere, ciliegio, wenghè, ecc.). Alcune cucine moderne hanno le ante caratterizzate da incisioni orizzontali o verticali, oppure da telai sporgenti rispetto al pannello centrale.


    Come progettare una cucina in modo professionale: La tecnologia in cucina facilita la vita quotidiana

    La macchina da caffè ad incasso Il forno, il piano cottura, la cappa, il frigorifero, la lavastoviglie. Sono i cinque elettrodomestici irrinunciabili per ogni cucina. Grazie alla tecnologia sono disponibili modelli con tante funzioni, a basso consumo energetico e ridotto impatto ambientale. Chi ha spazio a sufficienza può aggiungere anche elettrodomestici alternativi, impensabili fino a pochi anni fa. Come la macchina da caffè da incasso, una vera e propria apparecchiatura dalle prestazioni professionali da montare in un mobile a colonna. Un tocco di originalità, almeno quanto la pesa per alimenti inseribile ad incasso sul piano di lavoro. È ormai una realtà anche la gestione degli elettrodomestici da remoto. Con la connessione wi-fi di casa è già possibile comandare dal proprio smartphone o tablet l'accensione e lo spegnimento di tutti gli apparecchi installati in cucina. Con l'app ufficiale dell'azienda produttrice si interviene anche sulle regolazioni di temperature, di partenze ritardate e altro ancora, con indubbi benefici nella gestione quotidiana.


    Guarda il Video

    COMMENTI SULL' ARTICOLO