Caratteristiche delle cucine in arte povera

Caratteristiche arredamento stile arte povera

Lo stile arte povera è nato negli anni 60 per contrastare l'eccessiva modernizzazione di quel tempo, caratterizzato da grandi movimenti culturali la cui influenza si è fatta sentire in vari ambiti sociali, tra cui il design d'interni. Design innovativo dove l'elemento predominante è stata la plastica, materiale versatile ed economico. Durante gli anni 60 i mobili non cambiarono solo nelle forme e nei materiali utilizzati ma soprattutto nei colori, che divennero accesi e allegri. Con lo stile arte povera si volle ricreare nelle case l'atmosfera intima e familiare di un tempo. Il materiale più usato fu il legno massello ( di pioppo, di faggio, di tiglio o di altri legni nazionali) robusto e longevo, per rafforzare l'idea della famiglia, come luogo di affetti.
Arredamento arte povera

Reyqing carta da parati in tessuto non tessuto da letto Precision pressure ricamo artigianale soggiorno TV sfondo Wall Relief Wallpaper protezione ambientale europeo Light Khaki

Prezzo: in offerta su Amazon a: 40,67€


Caratteristiche arredamento stile arte povera

mobili in arte poveraI mobili in arte povera sono semplici, ma funzionali. All'interno sono molto capienti e studiati per ottimizzare tutto lo spazio disponibile. Esternamente sono in legno massello e alcune parti in legno multistrato, legno listellare o legno MDF. Possono essere lucidati o "lasciati al naturale", oppure laccati con tonalità pastello di vari colori, che ne lasciano intravvedere la struttura. Anche le piccole imperfezioni del legno contribuiscono a dare ai mobili quell'aria "vissuta" e accogliente. Lo stile arte povera, prevede complementi di arredo che ricordano i tempi passati, come le porcellane, i cristalli o vetri pregiati, ma anche oggetti vintage o retrò. Tuttavia essi stessi possono diventare complementi di arredo in un soggiorno con un divano moderno o il televisore ultima generazione.

    100 x 67 cm), in vinile, da parete, con scritta "Music is life Cuffie Inspiration testo per artista, Musicisti, cantanti Art Decor-Sticker adesivo in vinile" DIY ", in confezione regalo, colori assortiti

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 18,54€


    La cucina in arte povera

    cucina in arte povera In una casa l'ambiente più "vissuto" dai componenti familiari è la cucina. E' il luogo dove genitori e figli si incontrano al mattino, prima di intraprendere le rispettive incombenze di lavoro o studio. E' il fulcro della casa, è anche il più intimo degli ambienti. In cucina si "torna bambini", si ricreano le atmosfere protettive dell'infanzia. Un arredamento in stile arte povera, contribuisce a ricreare questa calda e accogliente atmosfera. E' il legno utilizzato, che sia noce, ciliegio o altro, che da solo contribuisce a dare calore e luce all'ambiente, ma anche il suo aspetto, con le venanure in evidenza che ne fanno un pezzo unico, irripetibile. A seconda dei propri gusti, si può scegliere una cucina in legno lucidato a cera, oppure laccata con colori pastello. Se l'ambiente è abbastanza grande, in una cucina in arte povera, si possono consumare i pasti della giornata.


    Caratteristiche delle cucine in arte povera: Funzionalità cucina in arte povera

    cucina in arte povera in muratura Una cucina in arte povera, oltre che bella è anche funzionale. Gli spazi interni dei mobili sono ben utilizzati. Ogni mobile è progettato per una specifica funzionalità: mobili con cassetti per una sistemazione ottimale degli utensili da cucina, per averli sempre a "portata di mano"; mobili con vetrine che ne evidenziano il contenuto. Cristalliere per risaltare piatti e bicchieri. Spesso le cucine in arte povera vengono realizzate in muratura, personalizzate, per adattarsi agli spazi a disposizione. La particolare atmosfera calda e accogliente è data anche dagli accessori che si abbinano: rame, peltro, ceramiche, oltre aun'adeguata pittura murale. Tuttavia non mancano gli elettrodomestici più sofisticati e all'avanguardia, che danno quel tocco di modernità che non guasta.


    Guarda il Video

    COMMENTI SULL' ARTICOLO