Prezzo batteria di pentole

Prezzo batteria di pentole

Il prezzo batteria di pentole varia in funzione del numero dei pezzi che la compongono e in base al loro materiale. Quelle più economiche in genere sono composte da sei pezzi e il loro costo si aggira attorno ai 40 euro. Invece, quelle più costose, possono arrivare a costare cifre superiori ai 500 euro e vengono realizzate dai brand più noti del settore. Sono di acciaio e hanno un fondo spesso che contiene uno strato di alluminio per migliorarne le caratteristiche termiche. Per una cifra prossima ai 100 euro, è possibile acquistare batterie di pentole in alluminio, acciaio oppure in rame composte da sei o otto elementi. Quelle rivestite in materiale antiaderente sono fra le più economiche ma anche la loro durata nel tempo è limitata poiché si graffiano con estrema facilità.
Batteria di pentole in acciaio inossidabile

BATTERIA DI PENTOLE BAVARIA 24 PEZZI IN ACCIAIO INOX 18/10

Prezzo: in offerta su Amazon a: 127€


Pentole rivestite con materiale antiaderente

Batteria di pentole rivestita con materiale antiaderente Le batterie di pentole possono essere realizzate con numerosi materiali aventi caratteristiche totalmente diverse le une dalle altre. Le pentole rivestite internamente con uno strato di materiale antiaderente sono più semplici da pulire in quanto i cibi non rimangono attaccati alle loro pareti. Sono poco adatte per rosolare carne o altre pietanze o per realizzare piatti che necessitino di cotture molto lunghe. Consentono di preparare cibi senza aggiungere grassi ma si graffiano con estrema facilità perdendo gran parte dei loro pregi. Per tale ragione l’utilizzo di utensili in metallo è da evitare a vantaggio di quelli in legno o realizzati con altri materiali. I prezzi batterie di pentole di questo tipo variano da un minimo di 40 euro ad un massimo di 300 euro.

    Auralum® Colonna Doccia Con Miscelatore Doccia Con Soffioni Doccia Rubinetto Doccia Set Doccia Completo

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 89,89€
    (Risparmi 40€)


    Pentole in alluminio

    Batteria di pentole in alluminio anodizzato Le batterie di pentole in alluminio sono le preferite dai cuochi professionisti. Infatti questo materiale non solo è un ottimo conduttore termico, ma è molto leggero e anche i recipienti più grandi hanno pesi non troppo elevati. Inoltre non sono soggette né alla ruggine né alla corrosione ma è necessario prestare particolare attenzione ai cibi che vi si cuociono dentro perché interagiscono con alcuni di essi ossidandosi. Se l’alluminio è anodizzato, risulta più resistente e meno reattivo dal punto di vista chimico e può essere impiegato anche per friggere o per realizzare altre tipologie di preparazioni che richiedano l’impiego di temperature molto elevate. I prezzi batterie di pentole in alluminio possono oscillare fra un minimo di 50 euro ad un massimo di 150 euro circa per quelle dotate di rivestimento interno in porcellana.


    Batterie in acciaio inossidabile e di rame

    Batterie di pentole in rame L’acciaio inossidabile è una lega a base di ferro che contiene almeno una percentuale di cromo pari all’11,5%. Le batterie di pentole migliori contengono un 10% di nichel e l’8% di cromo. Le pentole realizzate con questo materiale resistono bene alla corrosione e non creano problematiche relative alla reattività col cibo. Non si graffiano e, se hanno un fondo spesso, garantiscono una distribuzione uniforme del calore. Dato che l’acciaio non è un buon conduttore, nella base delle pentole viene inserito uno strato di alluminio o di rame. Le batterie di pentole in rame invece sono perfette per cucinare tutte le tipologie di pietanze. Sono abbastanza costose ed è per questo che non sono adoperate molto frequentemente. Vengono rivestite internamente con uno strato di stagno per evitare che si creino acidi a contatto con alcuni ingredienti.



    Guarda il Video

    COMMENTI SULL' ARTICOLO