Scegliere le lampade flourescenti

Caratteristiche generali delle lampade fluorescenti

Il mercato offre numerose tipologie di lampade, lampadine e sorgenti di luce elettrica. È fondamentale che la scelta sia in funzione della destinazione d'uso. Negli ultimi anni si dà estrema importanza al risparmio energetico. Poiché le lampade fluorescenti sono caratterizzate da consumi molto bassi, sono attualmente le più utilizzate e stanno definitivamente prendendo il posto delle lampade ad incandescenza, praticamente messe al bando dalla Comunità Europea. In commercio troviamo molti modelli di lampade fluorescenti, con forme, attacchi e potenze diverse, che rispondono a tutte le richieste funzionali ed estetiche della clientela. Sono prodotte con tonalità di luce emessa variabile da molto fredda a molto calda. Queste lampadine hanno un'elevata efficienza luminosa, si riscaldano poco ed hanno una durata molto lunga.
Modelli di lampade fluorescenti

Aglaia Luce Solare da Esterno con 38 LED, 4W Lampada Solare da Parete con Sensore di Movimento, Applique Lampada ad Energia Solare per Giardino, Cortile, Patio, Corridoio, Scale, Fuori Muro ecc.

Prezzo: in offerta su Amazon a: 29,99€


Scegliere le lampade fluorescenti a tubo

Classici tubi al neon Le lampade a fluorescenza, comunemente chiamate tubi al neon, hanno una durata di 10.000-25.000 ore e resa energetica assai alta. L'interno del tubo contiene vapori di mercurio che emettono invisibili raggi ultravioletti quando sono colpiti dal flusso di elettroni. I raggi determinano la reazione della vernice fluorescente con cui è rivestito l'interno del tubo e l'emissione di luce bianca. Queste lampade sono adatte per ambienti che devono essere illuminati per molte ore di seguito, come luoghi di passaggio, locali commerciali, uffici e palestre. Nello scegliere le lampade fluorescenti bisogna considerare che il loro prezzo è più elevato rispetto alle lampadine ad incandescenza e necessitano di portalampade più complessi. Molte tipologie di lampadari non possono utilizzarle a causa della loro forma a tubo. Impiegano sempre vari secondi per accendersi e molti ritengono che facciano apparire gli ambienti spenti e poco accoglienti.

  • Luce al Neon Le lampade al Neon sono il classico esempio di connubio fra utilità e design. I tubi luminosi al Neon possono essere infatti prodotti in svariate forme e dimensioni, a seconda dell’arredo e del contes...
  • Illuminazione in magazzino industriale Nel settore industriale l'illuminazione deve soddisfare severi requisiti ed è importante per contribuire ad aumentare la produttività. La luce deve evitare di abbagliare e di stancare i lavoratori. Ci...
  • Faretto controsoffitto orientabile I faretti controsoffitto sono un'eccellente soluzione illuminotecnica in quanto creano suggestivi giochi di luce in qualunque ambiente in cui sono istallati, sia il salotto che l'ingresso o la cucina....
  • Alcune note Nella larga maggioranza dei casi, tutti i discorsi che ruotano intorno al concetto di illuminazione vanno a finire nel calderone di tutto quanto è più o meno strettamente connesso al concetto di illum...

Elfeland 40W Lampadina Edison, Lampadine Vintage Retro Stile Lampade Decorativa, Globo Filamento lampade Vite E27, Lampadine a incandescenza dimmerabile G125

Prezzo: in offerta su Amazon a: 13,66€
(Risparmi 15,66€)


Le lampade fluorescenti compatte

Lampade fluorescenti compatte Le lampade fluorescenti compatte hanno un funzionamento simile ai tubi al neon, tuttavia la loro forma e le loro dimensioni sono più piccole. Generalmente sono dotate dello stesso tipo di connettore (E 14 o E 27) delle lampadine ad incandescenza. Hanno starter, elettrodi ed un reattore molto piccolo che permette un'accensione quasi immediata. Il loro tubo luminoso è spesso a forma di spirale oppure ripiegato su se stesso. Sono assai vantaggiose nei casi in cui si desideri una lampada a risparmio energetico ma il punto non consente l'applicazione di un portalampada per tubo classico. Le lampade compatte sono ideali per ambienti che hanno bisogno di luci accese continuamente. Garantiscono una durata di 8.000-10.000 ore e grande efficienza luminosa. Poiché non tollerano continue accensioni e spegnimenti, sono sconsigliate in luoghi di passaggio come corridoi e scale oppure nel bagno. Il loro prezzo è elevato e vanno maneggiate con attenzione perché sono piuttosto fragili.


Scegliere le lampade flourescenti: Tonalità e classe energetica delle lampade a fluorescenza

Componenti di lampada fluorescente Per scegliere le lampade fluorescenti più adatte alle proprie esigenze occorre conoscere la tonalità della luce prodotta. Questa dipende dalla temperatura di colore, espressa in gradi Kelvin. Sono disponibili lampade con tonalità di luce calda (con sfumature giallognole), neutra e fredda (tendente all'azzurro). Una temperatura tra 2.000 e 3.000 K dà luce calda, simile a quella delle lampade ad incandescenza. Quando la temperatura è attorno ai 6.000 K la luce è fredda, come quella emessa dai tubi al neon. Una luce bianca calda (sui 2.700 K) è adatta per ambienti dedicati al rilassamento come la zona living. In uno studio o luogo di lavoro sarà più indicata una luce bianca fredda (oltre i 4.000 K). Le classi di efficienza energetica sono indicate da lettere, in ordine alfabetico, che vanno dalla A alla G. Le lampade di classe A assicurano consumi molto bassi. Le altre lettere indicano consumi via via più alti. La maggior parte delle lampade fluorescenti sono di classe A e B.



COMMENTI SULL' ARTICOLO