Come coltivare alberi ornamentali

Alberi ornamentali

In natura esistono innumerevoli alberi che si possono piantare per abbellire il nostro giardino. Alcuni sono piante con foglie, altri si adattano perfettamente a formare siepi. Non manca la pianta che produce fiori più o meno profumati o quella, le cui foglie ci possono essere molto utili per la preparazione di vari piatti in cucina. Non mancano gli alberi che ci regalano fiori, frutta e foglie preziosi per la nostra salute, usati anche in fitoterapia e nella medicina tradizionale. Piante che hanno significati religiosi come l'olivo, che si ergono maestose e profumatissime, come la magnolia o che oltre all'aspetto ci offrono frutti saporiti, senza rinunciare ad adornare il giardino. Come coltivare alberi ornamentali, non è molto difficile, l'importante è imparare a conoscere il loro habitat naturale, non piantare se il clima non è sufficientemente idoneo e avere le opportune ed indispensabili cure.
albero

AmazonBasics - Tappetini igienici assorbenti per animali domestici, misura standard, 100 pz

Prezzo: in offerta su Amazon a: 18,64€


Criteri per la scelta di un albero

alberoIn realtà l'albero si può considerare una piantina più grande e robusta, provvista di tronco e rami. Nella scelta dobbiamo valutare la sua forma, le caratteristiche delle foglie, se sono caduche o sempreverdi, con struttura ad ago ovali, frastagliate. Importante è valutare se la pianta prescelta può vivere con le altre del nostro giardino, se è molto esigente la suaa coltura e siamo dei patiti per il giardinaggio. Si devono inoltre considerare il clima e prendere la pianta a seconda del nostro, il terreno su cui pianteremo l'albero ed informarsi sulle sue caratteristiche da persone competenti o visitando vari vivai, da cui impareremo le possibili malattie ed i parassiti e gli opportuni trattamenti. Nel web inoltre si possono trovare molti consigli utili e vedere almeno in figura le varie piante, sia pure senza poter toccare ed annusare.

  • Coleotteri I coleotteri, sono insetti, appartenenti al genere dei parassiti: ne esistono circa trecentocinquantamila specie diverse, a loro volta rappruggate in più di centocinquanta famiglie, di cui venti sono ...
  • afidi piante Le piante, in qualità di esseri viventi, seguono un ciclo vitale ben preciso, che interessa diverse fasi, che sono: nascita, crescita, riproduzione, invecchiamento e morte. A modificare l'andamento bi...
  • Malattie piante grasse Le piante grasse, anche apostrofate come succulente, si differenziano dalle altre tipologie di piante, per una serie di caratteristiche peculiari. Le piante grasse, crescono in ambienti desertici, dov...
  • piante grasse Rigogliose, spinose, voluminose, piccole, fiorite: le succulente sono piante particolarissime, che assumono forme e dimensioni diverse, che affasciano per il loro essere meravigliose specie della fami...

DIYNP professionale fruit tree branch innesto strumento giardino frutta albero potatura cesoie forbice utensile da taglio + 2 lama(Nero)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 25,99€
(Risparmi 4,37€)


Come coltivare alberi ornamentali

albero1 In primo luogo si deve fare attenzione che l'albero scelto sia adatto ai requisiti del nostro giardino. Se scegliamo un albero in zolla dobbiamo aspettare il periodo freddo per sistemarlo. Prepariamo quindi la terra dove metterlo a dimora, zappando la zona e preparando una buca larga almeno un metro e mezzo e profonda una trentina di centimetri. Il luogo dovrà essere bene esposto, ma allo stesso tempo protetto. Prima di piantare l'albero innaffiamo si la buca che le radici in modo da poterle staccare meglio l'una dall'altra. Non utilizziamo fertilizzanti che possono nuocere alla pianta in questo momento. Se il terreno ci sembra troppo povero o argilloso, chiediamo a persone esperte con cosa addizionarlo e se il luogo scelto è adatto all'albero. Possiamo lasciare le radici in ammollo in acqua per un'oretta, in modo da nutrirle e darenderle morbide. Copriamo quindi la buca con terra ed innaffiamo nuovamente.


Consigli pe coltivare alberi ornamentali

Se la pianta che abbiamo sistemato nel giardino è piccola, non richiede nessun tutore per sostenerla. Al contrario se è grandicella, ma il suo tronco è esile come i suoi rami è opportuno trovare un supporto, che la protegga e la sostenga. In questo caso dovremo scegliere il tutore giusto e della stessa misura della piantina, non troppo grande perchè rischia di soffocarla, nè troppo piccolo perchè non servirebbe a niente. C'è qualche esperto di giardinaggio che ritiene inutile, se non addirittura dannoso l'uso del tutore. Si sostiene infatti che da sola la pianta cresce più forte e robusta e che il tutore è necessario solo se la zona è molto ventosa e le raffiche rischiano di rompere o rovinare la pianta. La natura provvede da sola ed in genere gli alberi sono meno gracili di quello che pensiamo, in ogni caso se abbiamo scelto un luogo non idoneo dobbiamo sicuramente cercarne un altro.



Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO