Principali malattie delle rose

La rosa: la regina del giardino

La Rosa è un arbusto che può contare circa duecentocinquanta varietà classificate in botanica, che arrivano a duemila se si considerano le nuove specie che vengono innestate. Essa costituisce senza dubbio uno dei fiori più apprezzati in tutto il mondo, per il suo profumo e per la bellezza e la varietà dei suoi colori. I suoi falsi frutti, chiamati cinorrodi, sono utilizzati in cosmesi ed in farmacia (sono ricchi di antiossidanti) per gli oli essenziali estratti e, naturalmente, nell'industria profumiera. Le rose, che crescono soprattutto nelle zone temperate dell'emisfero boreale, prediligono terreni non calcarei e ben drenati, con un buon grado di fertilizzazione, annaffiature con acqua possibilmente distillata o poco calcarea una volta al giorno, ed esposizione al sole per diverse ore della giornata.
Variopinto roseto

RINVERDENTE MICRO FERRO 30% ALTEA IN CONFEZIONE DA 15 KG

Prezzo: in offerta su Amazon a: 39€


Malattie crittogamiche

Foglie colpite da Oidio Una delle principali malattie delle rose è sicuramente il Mal Bianco o Oidio. Questa malattia, causata da alcuni funghi che si sviluppano in presenza di una elevata percentuale di umidità e di scarsa areazione, si presenta visivamente con delle macchie biancastre e polverose che colpiscono principalmente le foglie, i boccioli ed i germogli. Le parti colpite, se non curate, iniziano a deformarsi fino a seccarsi e cadere. Nel caso in cui le foglie presentano delle macchie scure, probabilmente ci troviamo di fronte a Ticchiolatura. Questo fungo, se non contrastato, aggredisce anche il fusto causando gravi danni alla pianta. Infine, un altro patogeno pericoloso è il "Phragmidium subcorticium", responsabile della Ruggine della rosa, che colpisce la pianta causando macchie giallastre sulle foglie.

    Rete di protezione per insetti, Zyurong rete a maglia fine Garden zanzariera per verdure

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 15,59€
    (Risparmi 2,12€)


    Malattie parassitarie

    Colonia di afidi su rosa Le malattie parassitarie sono causate da insetti o acari che si cibano dei liquidi e dei tessuti della pianta arrecando danni anche gravi che indeboliscono la rosa e possono portare anche alla morte della pianta. In base all'apparato boccale dei parassiti si distinguono tra succhiatori e masticatori. Tra i primi, i più diffusi sono gli afidi che con le loro punture sulle parti più tenere del fusto indeboliscono la pianta con conseguente diminuzione della fioritura. Molto temibili sono gli acari, come il ragnetto rosso, che in virtù della loro velocità di riproduzione, possono infestare la pianta in poco tempo portandola alla morte. Tra i parassiti masticatori, invece, ricordiamo le nottue ed i coleotteri che si cibano prevalentemente delle foglie, spogliando interi rami della pianta con conseguenze sia estetiche che funzionali.


    Principali malattie delle rose: i rimedi

    Splendide rose in saluteLa prima cosa da fare è effettuare una regolare prevenzione, rispettando le condizioni di crescita della pianta (in termini di spaziatura, quantità di luce, condizioni climatiche e caratteristiche del terreno), favorendo la circolazione dell'aria tra le piante ed evitando, durante le annaffiature, di bagnare le foglie ed il fusto. Nei confronti delle malattie crittogamiche, oltre all'utilizzo dei prodotti chimici di sintesi, si può ricorrere a dei rimedi più naturali, come prodotti a base di zolfo contro il Mal Bianco o con la "Poltiglia Bordolese", un prodotto a base di rame efficace contro gran parte delle crittogamiche. Nei confronti dei parassiti, in alternativa agli insetticidi chimici, trovano largo impiego prodotti a base di sostanze naturali come l'olio di neem od il piretro.



    Guarda il Video

    COMMENTI SULL' ARTICOLO