Lavatrice: installazione, consumi e manutenzione

Lavatrici ed evoluzione

Le attuali lavatrici possiedono un’estetica e delle caratteristiche fisico-tecniche che le conferiscono delle proprietà accattivanti e all’avanguardia rispetto ai modelli creati in passato. Si è passati da orrendi elettrodomestici squadrati o a forma di parallelepipedo con durata dei lavaggi molto elevati e pochissimi programmi. Oggi le lavatrici possono quasi essere paragonate a dei complementi d’arredo con oblò in ceramica, coperchi in porcellana, comandi leggibili, differenti programmi e temperature di lavaggio. Gli ultimi modelli possiedono la più alta tecnologia che permette di lavare i capi senza danneggiarli, alle giuste temperature, il tutto controllato da uno schermo touchpad, nel rispetto dell’ambiente e con un notevole risparmio energetico. Una delle tantissime caratteristiche che rendono le attuali lavatrici all'avanguardia e di altissima qualità è la possibilità di regolare a distanza e anticipatamente il processo di lavaggio. Ovviamente i prezzi di questi elettrodomestici variano secondo caratteristiche specifiche già citate in precedenza.
lavatrici

Xavax vibrazione di base assorbente con ruote retrattili per lavatrici, asciugatrici e altri elettrodomestici grandi fino a 300 kg (funziona con dispositivi di larghezza di 40-70 cm)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 44,99€


Lavatrice: installazione, consumi e manutenzione

lavatrice manutenzione L’installazione della lavatrice deve avvenire in un ambiente tale da facilitare il carico e lo scarico della biancheria. Solitamente questo posto coincide con il bagno di servizio o la lavanderia. Un altro fattore indispensabile è dato dalla piena sicurezza d’uso. Prendere delle accortezze per un ottimo funzionamento dell’elettrodomestico significa garantirne una durata della vita maggiore. A questo punto, prima di scegliere la lavatrice è necessario decidere dove installarla. In secondo luogo si sceglie il tipo di apertura (laterale o dall’alto) e la capacità di contenimento del cestello. I materiali che costituiscono la struttura esterna della lavatrice variano da modello a modello. Possono essere acquistate in plastica, ceramica, acciaio o materiali di ultima generazione sui quali sono stati montati dei praticissimi e intuitivi touchpad. Questi ultimi permettono di impostare temperatura, centrifuga, programma e durata dei lavaggi con un solo tocco dello schermo.

  • lavatrice La lavatrice è un elettrodomestico che ha seriamente creato una nuova era nel mondo della pulizia: i panni, in passato lavati manualmente, oggi possono essere sciacquati secondo una moltitudine di tip...
  • Alcune note La possibilità di scegliere tra lavasciuga e asciugatrice rappresenta spesso un vero e proprio dilemma per molte famiglie. A dire il vero scomodare la parola dilemma per un’operazione del genere non è...

Negrari 5012P Mobile coprilavatrice in resina per esterni, Bianco, 60 x 69 x 93 cm

Prezzo: in offerta su Amazon a: 56,32€


Consumi lavatrice

consumo della lavatrice Gli attuali consumi della lavatrice sono nettamente inferiori rispetto a quelli del passato. Quando ci si reca in negozio per scegliere l’elettrodomestico è necessario consultare l’etichetta energetica o l’ecolabel. A questo punto, occorre presentare attenzione durante i lavaggi, affinché la lavatrice produca bassi consumi. In primo luogo si sceglie un programma adeguato al lavaggio dei capi, evitando i 90° e preferendo quelli a 40° o 60°. Ciò è dovuto al semplice fatto che gli attuali detersivi agiscono anche alle basse temperature. I lavaggi devono essere fatti a pieno carico, anche se ci sono lavaggi a mezzo carico che consentono di lavare, nonostante il cestello non sia pieno. Questo però non significa che il consumo di energia sia la metà di quello a pieno carico.


Manutenzione lavatrice

consumo lavatrice La manutenzione della lavatrice è una di quelle pratiche da mettere in atto affinché l’elettrodomestico abbia una durata temporale lunga e non danneggi i capi durante il lavaggio. È bene ricordare che questi prodotti sono molto delicati e hanno bisogno di un certo tipo di attenzione. Prima di tutto i carichi non devono essere maggiori a un certo numero di kg (5,7 e massimo 9 kg); con una certa frequenza bisogna effettuare una cura anticalcare così da pulire al meglio tutti gli ingranaggi. Di frequente si deve pulire il filtro, soprattutto se la lavatrice ha effettuato lavaggi di capi molto sporchi e con residui (quali foglie, rametti, cemento, sabbia o altri elementi che possono intasare la lavatrice stessa). Nella manutenzione della lavatrice rientra l’utilizzo di prodotti decalcificanti. Quando non si utilizza per qualche settimana, bisogna staccare il collegamento elettrico e lasciare l’oblo socchiuso. Da non dimenticare di pulire il cassetto del detersivo per evitare la formazione d’incrostazioni e attenersi rigorosamente alle istruzioni contenute nel libretto delle istruzioni.



Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO