come arredare low cost

Arredare low cost

La casa è uno spazio dinamico, estremamente creativo, dove il design incontra uno stile, sempre nuovo, sempre innovativo. Tendenze classical chic, eleganti, country, minimali: l’arredo è parte integrante di questo continuo movimento, di questo dinamismo intrinseco, dettata dal rinnovo, dall’esigenza di ricreare lo spazio, riadattandolo alle esigenze delle persone. I desideri ed i bisogni intesi come concetti astratti, assumono una reale esistenza se proiettati sulle cose che riempiono lo spazio: elementi d’arredo che completano queste esigenze di comodità, di necessità, d’estetica. L’arredo di uno spazio, varia al variare delle necessità espressive di ogni singolo, varia al variare delle tendenze e della concezione estetica di uno spazio. L’anello di congiunzione tra l’etica del dinamismo e il potere d’acquisto, è l’arredo low cost. Entra in scena il rapporto qualità prezzo, elemento di base di una possibile condizione di cambiamento degli ambienti di una casa e dei suoi arredi. L’arredo low cost, lascia spazio alla creatività, all’intramontabile vintage, ad accostamenti originali e mai immaginati, in una dinamica di riutilizzo che progetta un arredamento nuovo, assolutamente innovativo.
arredo essenziale

Juva Scaldasalviette Elettrico Termostato Riscaldamento Bagno Design 800 X 450 Bianco

Prezzo: in offerta su Amazon a: 134,97€


Aziende low cost

camera da letto low cost Diversi studi sul design e sull’ambiente, hanno favorito il lancio di numerose aziende che basandosi sul low cost, hanno affermato un nuovo modo di vendere, ed un nuovo modo di vivere lo spazio abitativo. Il design degli arredi low cost, è essenziale: questa caratteristica, rende mobili ed oggetti estremamente versatili, adattabili e rinnovabili; gli oggetti non subiscono l’influenza del disuso, non tendono al tramonto, ma vengono reinventati, rinominati, ritrovati in un nuovo spazio, in un nuovo modo di intenderli. Hanno diverse funzioni, dunque ricoprono diversi ruoli. Questa caratteristica della versatilità e dell’essenzialità permette di comporre lo spazio, lasciando libera la creatività; si hanno a disposizione diverse opzioni e scelte d’arredo, ad un prezzo che abbatte la concorrenza. Il vantaggio è principalmente questo, e ne include diversi altri che inglobano il piano estetico e funzionale, oltre che quello qualitativo che è alla base. Materiali e tecnologie ch rispettano l’ambiente: legno riciclato, plastica riciclata, elementi in acciaio, certificati, sono l’elemento di forza di un arredo moderno, esteticamente bellissimo, che rispetta l’ambiente e che si modella sotto il segno della creatività.

    HOOM-Lussuoso salotto decorativo Posacenere in ceramica

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 77,05€


    Low cost: reinvenzione

    salone Il low cost è inteso anche come creazione personale di uno stile, un’invenzione nuova degli spazi e degli oggetti, assolutamente personale, basata sul risparmio. Le pareti, sono un elemento camaleontico: ambiano con quadri, foto, con parati, schizzi: scegliere di riempirle con qualcosa di originale, o di tinteggiarle dando un tocco di novità, di colore e di tono all’ambiente, significa attivare il circolo del dinamismo; gli arredi, elemento centrale, possono cambiare con poco: divani classici, cambiano con fodere, cuscini colorati, copridivani con stampe diverse. Un tavolo cambia se riempito di foto, di vasi di fiori, di oggetti nuovi; i mobili possono essere ricreati, riportati a nuova vita, con tecniche di decoupage, e assumere una valenza diversa all’interno dello stesso spazio o di uno spazio nuovo. Cassettoni, scrittoi, tavoli, armadi, possono essere restaurati, riverniciati con colori diversi ed assumere un nuovo stile. Gli arredi devono cambiare posizione, dando cosi allo spazio una nuova accezione: spostare e riverniciare, significa arredare in low cost, significa attivare il proprio estro, a favore del rinnovamento.


    come arredare low cost: Low cost: il risparmio

    camera essenziale Anche i piccoli oggetti, assumono un significato nella dinamica del rinnovamento: il low cost, prevede il riutilizzo di oggetti in disuso, vintage, rovinati, che riportati alla luce, possono assumere connotazioni e ruoli nuovi: bottiglie che diventano vasi per fiori, innaffiatoi che diventano porta piante, tende che diventano portafoto, pezzi di giornale che diventano adesivi per innovare le pareti, porte che diventano complementi d’arredo, vetrine che diventano lavagne di disegno, bauli che diventano sedute; tutto ciò che è in casa, ha una caratterizzazione specifica solo al momento dell’acquisto, ma può con il tempo e con la voglia di inventare essere un qualcosa di nuovamente utile per arredare la propria casa risparmiando.


    Guarda il Video

    COMMENTI SULL' ARTICOLO